Auto elettriche, Slovacchia rivoluzione nell’automotive

La Slovacchia sta rivoluzionando il settore dell’automotive, in questo senso si sta evolvendo nell’elettrico con investimenti pubblici per nuove fabbriche e location.

auto elettriche rifornimento
Auto Elettriche (pixabay)

In Europa, come nel resto del mondo, il mercato delle auto elettriche sta rivoluzionando il mondo del lavoro, e proprio la Slovacchia, con la sua giovane democrazia proiettata al futuro, non si sta lasciando scappare questa nuova opportunità, visto che già è il maggior produttore di auto per abitante in Europa, ospitando le fabbriche di colossi come Volkswagen, Psa e HyundaiKia.
Così dichiara il ministro delle finanze EduardHeger, “il nostro paesaggio economico potrebbe cambiare radicalmente”, e per non dover affrontare pesanti perdite di posti di lavoro, il governo di Bratislava sta intraprendendo una radicale conversione degli impianti di produzione, questo dovuto al fatto che in un’auto elettrica ci sono decine di parti in meno di un’auto con motore a combustione interna.

Stazione di rifornimento
Stazione di rifornimento (pixabay)

Il comparto automotive in Slovacchia contribuisce per il 13% sul prodotto interno lordo, con 275 mila posti di lavoro su 5,3 milioni di abitanti, grazie a marchi come Porsche, HyundaiKia, Tesla, Psa e Volkswagen.
Di conseguenza il governo è consapevole che la nuova sfida tecnologica va affrontata tempestivamente con investimenti non solo monetari ma sopratutto di forza lavoro specializzata come tecniciinformatici, progettistielettronici, di bioingegneria e manager qualificati nella greeneconomy. Si prospetta che in futuro 9 posti di lavoro su 10 provengano da questi comparti con nuove figure professionali.

Rendering auto elettrica
Rendering auto elettrica (pixabay)

Il vicepresidente slovacco della CommissioneEuropea, MarosSefcovic, in una sua dichiarazione, ha detto che la Slovacchia dovrà investire in una Gigafactory per sopperire alle nuove necessità produttive delle E.Cars e ha un centro di ricerca e sviluppo all’avanguardia incentrato sulle auto elettriche, continuando col dire che le premesse sono ottime e che gli impianti dell’automotive in Slovacchia sono moderni, al massimo livello mondiale e saranno facilmente convertibili per la produzione di massa di auto ibride ed elettriche e dare cosi l’addio ai motori termici.

Gli imprenditori slovacchi hanno cominciato ad investire in società per la distribuzione di energia, come Greenpoint, che ha realizzato una rete di colonnine elettriche di rifornimento, Voltia, azienda che converte veicoli in elettrici con la possibilità di noleggiarli. Grazie ai fondi europei si stanno sviluppando nuove start-up e collaborazioni con altri paesi, come l’Ungheria, con i quali si sta trovando un’accordo per una fabbrica di batterie.
Questa è la nuova Europa che strizza l’occhio alle innovazioni e al futuro, cominciando con le auto ibride ed elettriche.

Bisognerà vedere in un prossimo futuro quali tra le nazioni europee coglierà questa opportunità e chi rimarrà indietro.