Grazie a cinesi, le auto elettriche non andranno più ricaricate | Autonomia infinita

Con un mercato ampio e concorrenziale sarebbe possibile scegliere la tariffa più comoda e conveniente

Com’è noto, una delle principali preoccupazioni per chi ha o vuole avere un veicolo elettrico, è l’autonomia della batteria. Un recente sondaggio ha rivelato come l’ansia da autonomia sia una delle maggiori resistenze a cedere all’elettrico. Per quanto riguarda gli automobilisti. Insomma, è un problema.

batteria auto problemi
Batteria al piombo (Pixabay)

L’autonomia

Per questo, giorno dopo giorno, le case automobilistiche rilanciano l’efficacia e l’autonomia delle batterie montate sulle proprie vetture. Ma questo, per adesso, non è bastato. Anche perché, l’Italia possiede ancora poche infrastrutture su strada per poter ricaricare il proprio mezzo. Insomma, la paura di rimanere “a piedi” la fa da padrona.

Ma, oltre al battage delle aziende dell’automotive, sta crescendo sempre di più una tendenza, un sistema, che potrebbe risolvere questo tipo di problematica. Il nome, “Battery Swap” sembra celare qualcosa di molto complesso. Ma in realtà, è più semplice di quanto si possa immaginare. Si tratta della sostituzione di una batteria scarica con una carica.

Auto elettriche benzina diesel 2035
Auto elettriche

L’idea è nata, neanche a dirlo, negli Stati Uniti. Più o meno in concomitanza con l’emergere sul mercato delle auto Tesla. Ma è, ora, in Cina, che il fenomeno sta crescendo a dismisura, grazie alla rete capillare messa in piedi dall’azienda NIO. Ma adesso qualcun altro sta per entrare sul mercato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Geely Atlas Pro: il Suv lussuoso ed affidabile che costa meno di una Fiat 500

Il progetto di Geely

L’azienda Geely ha annunciato di voler rendere operative ben 5.000 stazioni per il battery swap, in Cina, entro il 2025. Già dal 2020 è peraltro operativa la prima stazione per lo scambio delle batterie. Ma quest’ulteriore anno è servito a Geely per implementare ulteriormente il proprio progetto. E c’è da aspettarsi cose importanti, dato che si tratta di un conglomerato cinese in grande crescita. Un colosso che è attivo nell’automotive dal 1997.

Geely
La Geely EX3 (chinabmobil.ru)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Auto elettriche: Basta ricariche, sempre al 100% in un minuto  Video

Sarebbe una vera rivoluzione, dato che il processo di sostituzione dell’accumulatore richiederebbe appena 59 secondi. Peraltro senza che il conducente scenda dall’auto, dato che tutte le operazioni sarebbero automatizzate. Tutto questo, capite bene, potrebbe dare una spinta enorme al mercato delle auto elettriche.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> La benzina del futuro: arriva la svolta dalla Scozia, il nuovo carburante è un liquido che tutti hanno in casa

Ovviamente, tutto avrebbe un costo. Ma con un mercato ampio e concorrenziale sarebbe possibile scegliere la tariffa più comoda e conveniente.