Polestar 0 Project, ecco cosa si è messa in testa la casa svedese

L’azienda nata dalla Volvo, Polestar 0 Project, vuole creare la prima macchina a zero emissioni già quando viene costruita.

polestar 0 project
Dichiarazione di sostenibilità di Polestar 0 Project (polestar.com)

Il 2030 è un anno importante per tutto il mondo dell’automotive. Infatti, molte aziende lo hanno segnato in rosso, per dare un netto taglio alle emissioni prodotte dalle proprie macchine. Una su tutte, però, si è spinta oltre.

La Polestar 0 Projcet, nata dalla Volvo, vuole produrre un’automobile che già in fase di sviluppo e produzione, sia a zero emissioni. Difatti, la casa vuole creare il primo veicolo climaticamente neutrale, così da ridurre l’impatto sull’ambiente, rendendolo praticamente nullo.

Ciò che vogliono fare alla Polestar 0 Project, quindi, è ripensare all’approccio tradizionale di sviluppo e produzione di una vettura. Riuscire nell’intento, permetterà, nelle intenzioni dell’azienda svedese, di poter risparmiare non solo nell’impatto ambientale, ma anche in quello dei costi, che fin qui è uno dei principali motivi per cui non tutti si sono buttati sull’elettrico e l’ibrido.

Potrebbe interessarti >>> Toyota: leader nell’elettrico, non rinnega benzina e diesel

Polestar 0 Project, arriva la dichiarazione di sostenibilità

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Polestar (@polestarcars)

Le affermazioni di Polestar 0 Project, rappresentano una vera e propria rivoluzione nel campo dell’automotive. Difatti, il CEO Thomas Ingenlath, ha anche dichiarato che tutti i prodotti della sua azienda porteranno delle dichiarazioni di sostenibilità.

In breve, queste sono contenuti in documenti che vanno a rendicontare gli aspetti positivi e negativi portati sull’ambiente dai contenuti prodotti, e quindi, nel caso di Polestar saranno scritti sia i materiali utilizzati per la costruzione dei singoli pezzi che dell’auto in generale, sia la carbon footprint per stimare le emissioni di CO2.

Potrebbe interessarti >>> Il Suv C40 Racharge 100% elettrico, il passo rivoluzionario per Volvo

La notizia data dall’azienda svedese, ha ovviamente dell’incredibile, ma del resto, fa parte del nuovo modello di mobilità causato dalla pandemia mondiale. Le auto, effettivamente, seppure elettriche o ibride, quando vengono prodotte inquinano parecchio, e ciò viene solo in parte recuperato dal basso impatto ambientale, quando sono guidate.

Polestar 0 Project, dunque, prova a innovare e rivoluzionare il modo in cui si sviluppa e si costruisce un’automobile. Difatti, ciò che cambia è il pensiero fondante con cui si ipotizza una nuova macchina, e ciò unito alla volontà di non emettere emissioni per aiutare l’ambiente, può dare al progetto un aiuto concreto e decisivo per la sua realizzazione.