Lamborghini Huracan, in pochi giorni fa la storia: tra pista e IA

Lamborghini Huracan sta vivendo grandi giornate, sia per il sistema di bordo che per i record in pista.

lamborghini amazon
Lamborghini Huracan EVO (Getty Images)

Lamborghini continua a fare bene. Dopo l’anno record del 2020 e i nuovi annunci del 2021, ecco che arriva la collaborazione con un gigante mondiale. Infatti, l’azienda italiana ha stretto una partnership con Amazon, per montare a bordo il sistema di Alexa.

La Lamborghini, difatti, è la prima casa in assoluto a permettere all‘intelligenza artificiale dell’e-commerce più famoso, di avere un controllo completo sulle sue vetture. In particolare, la prima in assoluto è Huracan EVO.

Questa auto, ha già fatto la storia per la bellezza del design interno e esterno, e ovviamente per le mostruose prestazioni in termini di potenza e velocità. Ora, continua a fare da punto di riferimento con Alexa che permetterà, anche solo tramite la voce, di aprire il garage o un cancello automatico.

Ancora, tramite il sistema di intelligenza artificiale di Amazon, i proprietari di una Huracan Evo, potranno telefonare, azionare il climatizzatore, attivare il sistema di navigazione, tutto semplicemente con la voce. Inoltre, la Lamborghini ha integrato Alexa con il sistema LDVI (Lamborghini Dinamica Veicolo Integrata), così da conoscere in tempo reale i numeri riguardo il motore, la trazione e la coppia.

Potrebbe interessarti >>> Lamborghini Jalpa: da Sant’Agata Bolognese ad Hollywood è un attimo

Huracan, costruita la numero 400 per la pista

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lamborghini (@lamborghini)

Lamborghini Huracan, però, non fa parlare di se solo per l’arrivo di Alexa di Amazon a bordo. Infatti, ecco che da poco è stata prodotta l’esemplare numero 400 di questo modello, fatto per andare su tutti i tracciati del mondo.

Nel mondiale GT (Gran Turismo), la Lamborghini Huracan, da quando ha esordito 10 anni fa, è sempre stata al top e uno dei punti di riferimento. Addirittura, ha vinto diverse gare storiche, come la 12 ore di Sebring, e la 24 ore di Daytona.

Potrebbe interessarti >>> 50 anni fa Ferruccio Lamborghini cambiava per sempre il concetto di Super Car

La supercar sportiva, però, non si ferma qua, e con il 400esimo modello, promette di continuare a stupire e vincere. La squadra corse dell’azienda italiana, vuole riuscire a trionfare di nuovo nel GT World Challenge, nell’Endurance Cup e anche nel mondiale WEC (World Endurance Championship).

Gli ultimi giorni, dunque, sono stati ottimi per la Lamborghini e la Huracan soprattutto. Prima l’arrivo dell’esemplare sportivo numero 400, poi quello di Alexa a bordo della EVO, insomma siamo ancora all’inizio dell’anno, ma le soddisfazioni per la casa italiana non mancano.