Getta nel fiume la Bmw M3 nuova nuova | Il gesto fa infuriare gli appassionati – Il Video

Non apprezzare un gesto gentile è egoista. Ma distruggere una vettura così costosa e nuova di zecca per un capriccio è uno schiaffo alla miseria. Ecco una storia che ha davvero dell’incredibile.

A caval donato non si guarda in bocca, dice un detto popolare: saggio chi se lo è inventato. Anche il peggiore dei regali di natale come il classico maglione “da vecchio” che vi ha donato vostra nonna quanto eravate bambini rimane pur sempre un segno di affetto che si può apprezzare o meno. Anche se magari non ve lo metterete mai, sul momento un “grazie” è dovuto.

Dm
La M3 galleggia nel fiume (Daily Mall)

Se poi il regalo in questione è un’automobile la situazione cambia radicalmente perchè pure un’auto che non vi piace, alle brutte, può essere rivenduta quantomeno per recuperare parte del denaro investito per comprarla. Sfortunatamente, non tutti sembrano ragionare in questo modo e c’è chi ha reagito in modo incomprensibile ricevendo un regalo che non desiderava.

Un video virale sui social mostra un ragazzo che scarica una costosissima BMW M3 nuova di zecca in un fiume: perchè? Semplice, non era l’automobile che avrebbe voluto in regalo! Comprensibilmente, la vicenda ha scatenato un vero e proprio tumulto sui social network e sono emersi altri particolari.

Un pentimento tardivo

Sembra una fake news ma il video mostra piuttosto chiaramente Akash, residente della provincia di Haryana nell’India del nord, entrare di sua spontanea volontà nel fiume a bordo della M3 ricevuta in regalo dai genitori: secondo i reporter indiani, il ragazzo – piuttosto viziato per non dire altro – voleva una Jaguar e non una BMW e ha reagito in questo modo davvero vergognoso.

DALL
Le operazioni di recupero dell’auto (Daily Mall)

In un paese dove il 6% delle persone vivono in una condizione di estrema povertà, scaricare in un fiume un’auto da ben tre milioni e mezzo di Rupie – poco meno di 50.000 Dollari – non è un bel gesto e i compatrioti di Akash la pensano allo stesso modo. Sui social infatti, molto utenti indiani si sono scagliati contro il ragazzo, insultandolo e rimproverandolo per la sua presunzione. Hanno torto?

Ti potrebbe interessare anche -> Cade nelle acque gelate in auto ma il selfie ha la priorità 

Il tardivo pentimento del giovane che si è unito alle autorità impegnate a recuperare l’auto dal fiume non è bastato a risparmiargli l’ira di tanti compaesani: possiamo soltanto sperare che da questa vicenda abbia imparato ad avere maggior rispetto per il denaro. Dopo tutto, avrebbe potuto semplicemente vendere l’auto se non gli piaceva il modello.