La Dakar è per ragazzi, il “Rally degli Eroi” per uomini veri | La folle competizione italiana

Il Rally degli eroi è la versione italiana della Parigi-Dakar? Forse ma sotto certi punti di vista sa essere anche più estremo della nota gara di resistenza nata in Francia…

Tutti conosciamo la Parigi Dakar, probabilmente la gara fuoristrada più famosa e dura sulla faccia della terra. Questa competizione, molto esigente nei confronti delle squadre e anche delle loro vetture, vanta decine di imitazioni, non tutte di qualità.

PIC 2
Un frame della gara (Rallydeglieroi)

In Italia però esiste una competizione simile che mette alla prova il pilota e le automobili allo stesso modo: il bello di questa gara è che non ci sono premi multimilionari in palio e che non troverete una possente Audi da 800 cavalli a sbarrarvi la strada mentre state tentando il sorpasso.

Aperto a qualunque appassionato in possesso di un’automobile giudicata idonea, la gara italiana di cui stiamo per parlare permette a chiunque di vivere le emozioni del vero rally, il tutto per un premio degno delle giostre medievali, a dir poco…

Ti potrebbe interessare anche -> L’Audi è pronta per la competizione più dura

Qualsiasi auto è la benvenuta

Il Rally degli Eroi si svolge regolarmente dal 2013 e, come testimonia il sito stesso dell’evento, è la competizione più inclusiva che potete trovare in giro a svolgersi su terreni accidentati. Le regole sono poche ma molto chiare, si legge sul bando della gara.

PIC3
Una Yaris affronta la gara (Rallydeglieroi)

Ti potrebbe interessare anche ->Nurburgring, le auto più strane mai viste – VIDEO 

Si possono iscrivere vetture di ogni tipo a patto che abbiano una trazione 4×2 e che non siano SUV o cabriolet – probabilmente per evitare di farsi la doccia con il fango – e non sono inoltre ammesse squadre, solo due piloti per auto. Ci sono le prove libere e vince chi completa un certo numero di giri.

Ti potrebbe interessare anche -> La Porsche che trionfò alla Dakar

La gara non è semplice ma è molto divertente. La durata media – secondo il sito – è di almeno 12 ore. Il premio in palio? La gloria ed il titolo di “Eroe del rally”. Vi è già venuta voglia di iscrivervi? Magari con una vecchia Saxò o una Fiesta dei primi del 2000?

Fonte: Rally degli eroi