Lada Niva, un gradito ritorno anche se nulla sarà più come prima | Le indiscrezioni sul nuovo modello

La Lada Niva è un pezzo di storia non soltanto est europea ma anche italiana. Il nostro paese è sempre stato un grande estimatore della 4×4 russa che si prepara a rinascere ufficialmente.

Non importa se si è una leggenda del mondo dell’auto: stare al passo con i tempi è complicato e lo diventa sempre di più mano a mano che il tempo passa e che le auto dalla benzina passano all’elettrico, mano a mano che nascono restrizioni, nuove soluzioni stilistiche e via dicendo.

Andatelo a dire alla Lada Niva, una delle vetture più longeve della storia e soprattutto uno dei prodotti dell’ex URSS più diffusi al mondo. L’auto è entrata in produzione nel 1977 e – teoricamente – è ancora in produzione anche se la casa russa sta studiando un restyling con cui tornare sul mercato europeo.

Lada 2
Lada Niva (Wikipedia)

Ovviamente, reinterpretare in chiave moderna una simile leggenda non è un compito facile: l’auto deve mantenere la sua identità ma allo stesso tempo deve subire una metamorfosi per stare al passo coi tempi e soddisfare la sua clientela che potrebbe trovare un fuoristrada alternativo su cui buttarsi come ad esempio l’economica Dacia Duster.

Ti potrebbe interessare anche -> Il prossimo SUV da guerra viene dalla madre Russia!

Mille facce per una Niva

Su un blog russo chiamato NVL5.RU dove alcuni utenti elogiano l’automobile sovietica, sono comparse diverse foto che ritraggono possibili restyling del modello in arrivo entro la fine dell’anno. Ora, se questi siano disegni ufficiali o soltanto speculazioni degli appassionati è opinabile, ciò che è certo è che risultano molto ben fatti ed interessanti.

Le foto – secondo gli utenti diffuse proprio dal marchio che fa ora parte del Gruppo Chevrolet – sono ufficiali e ritraggono innanzitutto una Niva più lunga e grande, simile alla vecchia Mistubushi Pajero.

Lada 3
(NVL.RU)

Ti potrebbe interessare anche -> La Fiat 124 che prese vita in Unione Sovietica è in vendita 

Un altro design è molto più semplicista e minimale, ricordando più che altro i SUV giapponesi di inizio 2000. Il più interessante però – che vi proponiamo in questo paragrafo – è una rivisitazione in chiave moderna del modello classico simile a quanto ha già fatto la Fiat con auto storiche come la 127 degli anni settanta.

Ti potrebbe interessare anche -> Lada Niva: un classico sovietico si re-inventa 

Chissà se questo restyling tanto atteso anche dai fan del marchio arriverà entro la fine del 2021: siamo già agli sgoccioli dell’anno e se Lada ha preso davvero in considerazione tutte queste idee così diverse tra loro, potrebbero passare ancora un paio di anni prima che la Niva torni sul mercato mondiale con un lifting moderno.

Lada Niva render (Kolesa)
Lada Niva render (Kolesa)