Così cambieranno le auto ibride: da Israele arriva la nuova frontiera dei motori ecologici

Nel progetto, secondo quanto trapela, il propulsore sarà privo di pistoni e ideato per funzionare a idrogeno

Ogni invenzione – è evidente – si propone di portare una rivoluzione o, almeno, una cospicua innovazione nel settore in cui va a intervenire. Questa, però, potrebbe farcela. Più di tante altre.

Aquarius Engines 2
Aquarius Engines

La Aquarius Engines

L’azienda israeliana Aquarius Engine, infatti, sta sviluppando un propulsore leggero e ultra compatto. Nel progetto, secondo quanto trapela, il propulsore sarà privo di pistoni e ideato per funzionare a idrogeno. E produrre e sviluppare elettricità.

Per oltre 100 anni i generatori non sono cambiati. Ingombranti, rumorose, inquinanti e, naturalmente: manutenzione pesante. Presto, tutto questo potrebbe far parte di un lontano passato, poiché Aquarius Engines sta ridefinendo il generatore. Il congegno cui sta lavorando la Aquarius Engines, infatti, peserebbe appena 10 chilogrammi, essendo realizzato con appena venti componenti.

Aquarius Engines 3
Aquarius Engines

Dal motore lineare a pistone libero a due lati (FPLE), attraverso il design innovativo ed efficiente, alle dimensioni incredibilmente ridotte, al lungo ciclo di manutenzione e al nostro funzionamento sostenibile, Aquarius Engines sta cambiando radicalmente il modo in cui i generatori funzionano e vengono utilizzati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Renault snobba già l’elettrico: l’idrogeno è la strada da percorrere

Le caratteristiche del generatore

Il generatore Aquarius è sviluppato e costruito per soddisfare i requisiti delle esigenze energetiche di domani quali: disponibilità, affidabilità, ridondanza, controllo remoto ed efficienza dei costi. Aquarius Engine è un motore lineare a pistoni liberi a due lati (FPLE), che genera due eventi di lavoro positivi con un singolo pistone ogni volta, collegato a due generatori lineari.

Solo il 2% di perdita per attrito (motore normale 15%). Bassa frequenza: riduce l’usura e quindi aumenta la durata e l’aspettativa di vita. Riduce i tempi di fermo del generatore. Configurazione singola o in gruppi di generatori. Massimizzazione del movimento continuo grazie a una espansione più lunga per un’elevata conversione efficiente dell’energia meccanica in elettricità.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Hyundai, l’idrogeno è la sfida: i camion del futuro arrivano in Europa

Aquarius Engine si rivolge alla Serie Hybrid Concept. Un generatore di corrente Aquarius Engine a bordo caricherà la batteria, i motori elettrici o entrambi. La configurazione del gruppo propulsore (dimensioni del motore e della batteria) è progettata per soddisfare le specifiche Tier1 o OEM, tenendo conto delle dimensioni del veicolo, dell’applicazione, dell’utilizzo e del prezzo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Nel 2021 si parla di idrogeno: la Opel l’aveva fatto negli anni | La storia

Potrebbe quindi trovare applicazione anche sui sistemi ibridi per automobili di prossima generazione.