Nasce il motore elettrico “portatile”: trasforma qualsiasi veicolo in un attimo – VIDEO

Tumcreate, un’azienda di Singapore, in collaborazione con due università a indirizzo tecnologico, ha sviluppato un motore rimovibile che trasforma le biciclette in delle e-bike. 

Ease e-bike
Ease e-bike (YouTube Tumcreate)

Il settore della mobilità elettrica si sta sviluppando sempre più, grazie soprattutto all’espansione dei monopattini elettrici e alle e-bike. Chi però è ancora legato alla “sgambata” manuale e alle classiche biciclette, potrà provare l’ebrezza della pedalata assistita grazie a una nuova invenzione che trasforma le normali bici in delle vere e proprie e-bike. Il progetto è stato realizzato da Tumcreate, un’azienda di Singapore, con la collaborazione della Nanyang Technological University e della Technical University di Monaco di Baviera.

L’idea, completamente ecologica e che può facilitare la vita di tutti i giorni, riguarda un particolare motore rimovibile e facile da installare che permette a qualsiasi tipo di bicicletta di trasformarsi in un mezzo a pedalata assistita. Questo gioiellino porta il nome di Ease e potrà contribuire alla diminuzione del traffico cittadino; preservando così anche l’ambiente.

Potrebbe interessarti anche >>> Multe per chi guida monopattino e bici elettrica: le sanzioni del Codice della Strada

Da bicicletta a e-bike: nasce Ease, il motore rimovibile


Ease è semplicissimo da montare, con una installazione che richiede pochissimi secondi e la comodità di non dover apportare nessuna modifica al mezzo. Può anche essere trasportato senza grandissimi problemi, grazie al suo peso di soli 3,5kg e le sue dimensioni ridotte. A livello tecnico, la pedalata assistita si attiva tramite una pedalata iniziale; allo stesso modo di quanto accade con le biciclette che montano in automatico questa tecnologia.

Il motore Ease ha una potenza di 250 watt e permette alla bici di raggiungere un massimo di 25 km/h per un’autonomia di massimo 50 km. Grazie a queste sue semplici, ma sostanziali, caratteristiche questa innovazione può essere utilizzata legalmente in tutta Europa su strade pubbliche senza che, in sella alla bicicletta, venga indossato il casco e senza l’obbligo di targa e licenza. Ease è quindi perfetto per i ciclisti pigri o per chi si stanca facilmente pedalando.

Potrebbe interessarti anche >>> Una Porsche al prezzo di un’utilitaria: arriva l’e-Bike da Stoccarda