Toyota FJ Cruiser: la giapponese che tolse la scena ad Hummer

Era il 2005 quando uno dei fuoristrada più carismatici del Giappone, la Toyota FJ Cruiser, entrava in produzione. Vita, morte e miracoli del 4X4 dal Sol Levante. 

Toyota FJ articolo 14 luglio 2021
Toyota FJ Cruiser (Facebook)

Capita spesso che un’automobile esca di produzione ma continui a far gola a tanti appassionati, specialmente quando il veicolo in questione – come nel caso della Toyota FJ Cruiser – ha un design e delle caratteristiche così uniche da non essere mai stata degnamente sostituita dal marchio che la produce.

Questa 4X4, destinata al mercato asiatico e nord americano, vide la luce nel 2005, oltre quindici anni fa, suscitando subito grande interesse per il suo design accattivante – ispirato tra l’altro a quello dei primi fuoristrada Toyota degli anni 70 – e le ottime caratteristiche sul terreno dissestato.

Con delle dimensioni molto importanti che comprendono una lunghezza di oltre quattro metri, la FJ Cruiser non era senz’altro una vettura per tutti: i consumi molto alti ed i costi di produzione elevati furono a lungo il maggiore tallone d’Achille della 4X4 che però fu subito proiettata verso un’enorme successo per le sue incredibili capacità off-road.

Con una potenza di 270 cavalli, una grande stabilità ed un’altezza da terra sufficiente a non lasciarsi impensierire da nessun tipo di terreno, la FJ Cruiser si guadagnò rapidamente l’affetto di numerosi fan dell’off-road. La vettura era talmente ben progettata per i terreni più disagiati da avere un rivestimento di gomma a coprire gli interni per consentire una pulizia più rapida dopo una sessione estrema su sterrato.

Ti potrebbe interessare anche: Toyota Land Cruiser, arriva la terza generazione – FOTO

Quindici anni dopo, la FJ Cruiser vale l’acquisto?

Toyota FJ 14 luglio 2021
Una FJ Cruiser dell’ultima serie (Getty Images)

Ufficialmente, la Toyota cessò la produzione della FJ Cruiser nel 2018 dopo aver immesso sul mercato la Final Edition, caratterizzata da alcune modifiche al telaio ed all’impianto di illuminazione. La vettura però rimase in produzione in Medio Oriente su licenza fino al 2019.

Se sul mercato statunitense ed asiatico – specie quello degli Emirati Arabi Uniti – la FJ ha avuto un notevole successo, in Italia non è mai arrivata, almeno non ufficialmente: per questo, chi volesse acquistarla deve sperare di trovare un esemplare usato o sobbarcarsi i costi di importazione.

Detto ciò, è facile trovare una FJ usata a meno di 30.000 Euro. Trattandosi di una vettura risalente al 2000, la meccanica del mezzo risulta ancora affidabile e non ci sono particolari spese di restauro o ricostruzione da affrontare se il mezzo è già in condizioni accettabili. La solidità del modello fa il resto.

La FJ Cruiser si difende ancora nella sua categoria? Assolutamente si! La 4X4, non adattissima alla città per le sue dimensioni ed i consumi elevati, dà il meglio di se su sterrato, potendo competere anche con le nuove Land Rover o Jeep. In più, con un design così particolare, sarà impossibile per il suo proprietario passare inosservato!

Ti potrebbe interessare anche: Avete mai visto una Toyota che costa più di una Ferrari? Eccola