Mourinho a Roma fa il “fuorilegge”: un cattivo esempio per i giovani

Lo Special One, arrivato a Trigoria, si esibisce in uno “spettacolino” che di certo non è un esempio sano per i molti giovani che lo seguono. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jose Mourinho (@josemourinho)

José Mourinho è arrivato a Roma per guidare la squadra giallorossa nella stagione appena iniziata. Lo farà con ancora tante incognite di mercato, legate soprattutto al centravanti Dzeko, che potrebbe andare così come restare in rosa.

Il tecnico portoghese, però, prima di buttarsi a capofitto nella gestione dell’area tecnica, ha deciso di rendere realtà un murales apparso a maggio nella capitale, subito dopo l’ufficialità del suo arrivo alla guida della Roma.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jose Mourinho (@josemourinho)

Difatti, come si vede nel video ormai virale, Mourinho guida la vespa fuori i cancelli di Trigoria, sede del campo d’allenamento dei giallorossi. Una vera e propria genialata, che i tifosi sperano possa infondere nei propri giocatori del genio per farli andare al massimo nella prossima stagione. L’unico problema è che il tecnico giallo/rosso si esibisce nella sua performance di guida senza indossare il casco obbligatorio per legge.

Seppur in aree private si è liberi di comportarsi come si vuole e quindi non si è passibile di sanzioni e decurtazione dei punti patenti, riteniamo che dato il seguito giovanile, il gesto non sia proprio il massimo per sensibilizzare i ragazzi su un tema così importante. La sicurezza stradale ed il rispetto per la vita.

Potrebbe interessarti >>> Roberto Baggio: i miti non passano mai, la sua nuova auto è una leggenda quanto lui

Mourinho e le sue “special” car

mourinho auto
Aston Martin Rapide (Getty Images)

Mourinho è chiamato da anni lo special one, a causa del suo immenso talento da allenatore, che lo ha portato a vincere già nel 2004 la Champions League con il Porto, ultima medio-grande squadra a riuscirci. Tuttavia, anche il suo parco macchine è special.

Infatti, il portoghese non disdegna il lusso inglese, con la presenza nel suo garage di Jaguar e Aston Martin, ma anche della Bentley. A spiccare è chiaramente la Aston Martin Rapide, che monta un V12 ed è la più amata da parte di Mourinho.

Potrebbe interessarti >>> Belen cambia modo di vivere: ecco la sua ultima “fiamma” in attesa di Luna Marì

Tra le special car ecco spuntare anche l’Honda Civic, e soprattutto la Ferrari 612 Scaglietti. Prodotta dal 2004 al 2011, stiamo parlando di una coupé, anch’essa con un V12 come la Rapide, e che ovviamente omaggia Sergio Scaglietti, designer del cavallino rampante.

Mourinho, dunque, si è presentato alla grandissima e in pompa magna nella capitale, per la sua prossima avventura alla Roma. Chissà se anche la sua squadra andrà a 100 all’ora come la vespa da lui guidata fuori Trigoria.