Volkswagen: dopo la “batosta” Dieselgate pensa al futuro e rilancia

Volkswagen continua a pensare al futuro, non solo con l’uscita di un nuovo modello per fine anno, ma anche con il pensiero ai software.

volkswagen taigo
Volkswagen Taigo (twitter)

Volkswagen dopo la batosta subita a causa dello scandalo dieselgate, ha deciso di rispondere alle critiche e alla perdita di fiducia da parte di mercati e clienti nell’unico modo possibile, cioè investendo pesantemente nell’elettrico.

La motorizzazione green è il focus del presente e del futuro della casa tedesca, tuttavia non è stato abbandonata del tutto quella tradizionale. Infatti, sono state mostrate alcune foto del prossimo modello Volkswagen, ovvero Taigo, che dovrebbe avere un propulsore TSI.

Inoltre, la base da cui la casa tedesca è partita per questo veicolo è duplice: da una parte T-Cross anch’essa a benzina; dall’altra Nivus, la maggior fonte di ispirazione, venduta in Sudamerica e senza ne ibrido ne elettrico.

Potrebbe interessarti >>> Italia-Turchia: Volkswagen elettrica protagonista ad inizio partita | Immagini mai viste

Volkswagen, la guida autonoma è già il presente

volkswagen guida autonoma
Livello 5 della guida autonoma secondo Volkswagen (volkswagen.it)

Il presente e il futuro di Volkswagen, però, non dipendono solo dall’elettrico o da pochi ma buoni modelli ancorati ancora a motorizzazioni tradizionali. Anzi, la guida autonoma rappresenta la sfida attuale più grande per tutto il gruppo tedesco.

Infatti, riuscire a costruire un software per un’esperienza di guida senza aiuto totale o parziale da parte del conducente, è molto difficile. Soprattutto, farlo nel modo più accurato e semplice possibile, rappresenta la gara assolutamente da vincere.

Potrebbe interessarti >>> La vita dopo la “morte”: Volkswagen risolve il problema della batterie “esauste”

Volkswagen sembra essere riuscita a intraprendere la strada giusta, ciò grazie al Travel Assist, che nel corso degli anni progredirà sempre di più, fino a far passare la macchina da guida automatizzata a guida completamente autonoma, il famoso livello 5, in cui l’uomo non deve fare altro che sedersi e allacciarsi la cintura.

Volkswagen, dunque, insegue diversi obiettivi tramite varie strade. Il tema è però unico, ovvero avere successo e convincere i mercati e i clienti a comprare le proprie macchine. Visto il recente trionfo, la casa tedesca ci è già riuscita alla grande.