Italia-Turchia: Volkswagen elettrica protagonista ad inizio partita | Immagini mai viste

Qualcosa di inaspettato è accaduto poco prima del fischio di inizio della partita che vede la Nazionale italiana sfidare quella turca. Immagini che non si erano mai viste prima.

italia turchia
Screenshot RaiPlay

Tutto pronto per il calcio d’inizio della sfida europea tra Italia e Turchia. Allo stadio Olimpico di Roma, dopo il “Nessun dorma” cantato da Andrea Bocelli, le squadre scendono in campo. Al via l’inno nazionale, con i giocatori tutti, abbracciati che intonano senza timore le note dell’inno di Mameli.

La formazione italiana composta da: Donnarumma, Florenzi, Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Barella, Jorginho, Locatelli; Berardi, Immobile, Insigne.

Tutto pronto per il fischio d’inizio dunque, ma manca qualcosa, il pallone. Ed ecco che arriva l’imprevedibile…

Potrebbe interessarti>>>La vita dopo la “morte”: Volkswagen risolve il problema della batterie “esauste”

La Volkswagen entra in campo

italia-turchia
Screenshot RaiPlay

A questo punto, come si vede dalle foto, prese direttamente dalle telecamere Rai, entra nel campo di gioco un’automobile, per portare il pallone al centro campo ed essere prelevato dall’arbitro.

Non si tratta di una vettura vera e propria anche se le immagini lo lasciano intendere, ben visibili i loghi della casa automobilistica tedesca, l’auto elettrica, in realtà è una magnifica riproduzione in scala radiocomandata.

La mini auto elettrica porta con se il pallone di gioco fino al centro campo e si ferma vicino al giudice di gara che si abbassa per prelevare il pallone. Immediatamente la vettura telecomandata, pianta una “sgommata” sull’erba dell’Olimpico e quasi in testa cosa si dirige verso l’uscita del campo. Incredibile Signori cosa è successo stasera allo stadio.

Si sono fuse le due più grandi passioni degli italiani tutti, l’amore per il calcio, accompagnato da quello per i motori ed in particola modo le automobili. Certo sarebbe stato più patriottico vedere il pallone trasportato da una Fiat, o meglio ancora da una Rossa di Maranello.