MotoGP: il calendario 2021 è un rebus: chi lascia e chi raddoppia | E’ caos generale

La MotoGP tornerà nel weekend del 20 giugno, ma non mancano voci sul possibile cambiamento nelle gare del calendario 2021.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Circuit of The Americas (@cota_official)

Dopo 7 appuntamenti di MotoGP, questo 2021 ci ha regalato un Quartararo in grande spolvero e che riesce a guidare la Yamaha come vuole. Il francese sembra l’unico di cui si può dire che può perdere il mondiale, ma anche quello a cui sono capitate le cose più difficili e assurde, come la sindrome compartimentale al braccio, o la tuta aperta.

Fatto sta che Quartararo ha una settimana per riposare, ma nonostante il prossimo weekend non si corra, anzi si tornerà al Sachsenring nel fine settimana del 20 giugno, continuano le voci attorno alle gare del calendario 2021. Infatti, già prima dell’inizio del mondiale in Qatar, c’erano stati due importanti rinvii, che sapevano di defezione.

I due circuiti interessati erano Termas de Rio Hondo in Argentina, e Austin in Texas, previsti per aprile e appunto rinviati. Adesso, però, per il primo non c’è nulla da fare a causa dell’incendio che ha distrutto la zona box, mentre per il secondo si pensa a un raddoppio.

Potrebbe interessarti >>> MotoGP: rovesciate le previsioni, gli ultimi saranno i primi e viceversa

Non solo Austin, anche Misano potrebbe raddoppiare

Col passare del tempo diversi organizzatori di GP si stanno tirando indietro, e ormai sembra cosa quasi fatta per la cancellazione di 3 tracciati: Motegi, Thailandia, Philipp Island in Australia. Invece, Austin vuole avere il doppio appuntamento, il che sarebbe anche giusto per i costi e per non viaggiare solo per pochi giorni in tempi di pandemia.

Inoltre, anche la Malesia è in forse proprio a causa del Covid-19, e se il GP che dovrebbe tenersi il 31 ottobre non si dovesse fare, ecco che il motomondiale potrebbe tornare in Italia, con una seconda gara a Misano.

Potrebbe interessarti >>> Valentino Rossi: la crisi da cui non esce | Petronas si organizza

Del resto, già l’anno scorso c’è stata la doppia tappa sulla riviera romagnola, e il successo fu importante, visto il doppio tutto esaurito. Questo è un aspetto che gli organizzatori del mondiale tengono sempre a mente, oltre al fatto che il circuito è bello per i piloti.

Il calendario 2021 della MotoGP, dunque, potrebbe subire ulteriori modifiche. Il Qatar ha già ospitato un doppio appuntamento, e potrebbe accadere anche con Austin e Misano. Certamente, l’anno scorso è stata dura per i piloti fare due gare nello stesso posto, e quindi si spera che la pandemia non crei altri problemi.