F1, Ricciardo a Monaco diventa un caso: la McLaren va a metà

La McLaren ha preso il terzo posto a Monaco con Norris, ma dall’altra parte c’è un Ricciardo che fatica enormemente con la monoposto inglese.

ricciardo mclaren
Daniel Ricciardo pilota McLaren (Getty Images)

Monaco è la pista più difficile per azzeccare l’assetto giusto e andare bene sia in qualifica che in gara. Alla McLaren questa cosa è riuscita a metà, già perché se Lando Norris si è preso il secondo podio stagionale con un altro terzo posto dopo Imola, Daniel Ricciardo continua a soffrire il compagno e la macchina.

L’australiano di origini italiane, infatti, ha perso un’altra occasione per fare dei passi avanti nello scorso weekend di gara, con il risultato che è addirittura stato doppiato dal teammate. È chiaro che Ricciardo non si sia ancora adattato alla vettura, ma una cosa del genere non sarebbe accaduta nemmeno nei sui incubi peggiori.

Tra le altre cose, l’ex Red Bull e Renault aveva anche dichiarato precedentemente al GP monegasco di poter addirittura puntare alla vittoria, o quantomeno al podio. Invece, ha chiuso al 12esimo posto, senza mai essere veloce in nessuno dei tre giorni di prove, qualifiche e gara.

Potrebbe interessarti >>> Problemi economici per Hamilton? Il campione vende la sua auto

Ricciardo, un telaio per risolvere i problemi

ricciardo telaio
Daniel Ricciardo pilota McLaren (Getty Images)

I problemi affliggono Ricciardo sin dalla prima gara in Bahrain. Nello stato asiatico l’australiano ha chiuso in settima posizione finale. In seguito, a Imola ha migliorato, finendo sesto, ma come detto Norris è andato a podio. A Portimao, dopo una pessima qualifica è riuscito a rimontare fino alla nona posizione, mentre a Barcellona ha avuto il migliore dei weekend in questa stagione, grazie alla sesta posizione finale.

I problemi, tuttavia, non sono finiti e a Monaco si sono ripresentati più grandi che mai. Forse, la McLaren potrebbe sostituirgli il telaio in vista del prossimo GP di Baku, che si correrà nel primo weekend di giugno.

Potrebbe interessarti >>> F1, a Monaco è sprofondo Mercedes: il fallimento di Hamilton e Bottas

Questo, potrebbe garantire a Ricciardo di recuperare molti decimi al compagno di squadra, ma potrebbe anche non bastare. Infatti, è pure lo stile di guida dell’australiano, che evidentemente non si adatta ancora alla monoposto di Woking.

Ricciardo, dunque, ha difronte a se una bella gatta da pelare. Norris lo sta stracciando completamente e se l’ex Red Bull e Renault non dovesse darsi una svegliata con le prestazioni in pista, ecco che la McLaren potrebbe anche decidere di cambiare pilota per la prossima stagione.