Finisce in prigione “grazie” a tre supercar | Storia dello sciacallo del Covid

Dagli aiuti alla crisi economica dovuta al Covid a chi ne fa uso in maniera veramente illegittima. Il caso negli Stati Uniti fa scalpore

Supercar truffa Usa
Supercar (Getty Images)

L’emergenza dovuta al Covid non si placa ma, anzi, si amplifica. La pandemia che ha sconvolto tutto il mondo sul fronte sanitario, ha lasciato i suoi strascichi anche a livello economico con tantissime aziende, dalla più piccola alla più grande, colpite duramente. E in molte occasioni costrette a chiudere definitivamente.

Potrebbe interessarti>>> Bolli e multe arretrate, il Governo Draghi blocca tutto.

Proprio per questo motivo, molti governi in giro per il globo hanno deciso di lanciare i cosiddetti ristori, divenuti necessari per aiutare tutte quelle persone in difficoltà che hanno subito maggiori danni dal punto di vista finanziario.

Potrebbe interessarti>>> Stellantis truffata per 7 milioni di euro: come un venditore è riuscito a frodare il colosso

Purtroppo, però, può capitare che questi fondi finiscano in mano alle persone sbagliate, come accaduto negli Stati Uniti dove un imprenditore americano ha ottenuto denaro raggirando chi puntava a dargli una mano, e lo ha utilizzato per andare in vacanza e acquistare auto di lusso.

In Usa la maxi truffa: dal “piano” all’azione, cos’è successo

L’uomo, Mustafa Qadiri, 38 anni, residente ad Irvine in California, per raggiungere il suo scopo ha utilizzato quattro società, risultate non operative e con dati falsificati.

In questo modo ha ottenuto da tre banche differenti la possibilità di accedere al Payment Protection Program del CARES Act (Coronavirus Aid, Relief and Economic Security), messo in campo per aiutare tutte le imprese nordamericane che si trovano in grave difficoltà.

Potrebbe interessarti>>> Negli Usa il garage dei sogni… Senza automobili | Cosa significa

Da questo “piano”, Mustafa ha ricavato 5 milioni dollari. Un bottino che gli ha permesso di acquisire lussuosi pacchetti vacanza e di fare sue automobili veramente costose.

Di queste, gli agenti federali ne hanno sequestrate tre di assoluto valore: una Lamborghini Aventador S, una Ferrari 458 Italia e una Bentley Continental GT Coupé.

Potrebbe interessarti>>> Fiat 500, scegli il motore che preferisci: Porsche, Ferrari o Lamborgini

Come spiegato dal Dipartimento di Giustizia degli Usa, l’uomo ha utilizzato questi soldi per scopi puramente personali. E’ stato arrestato per furto di identità aggravato, frode bancaria, frode tematica e riciclaggio.

Per tutto questo, rischia fino a 302 anni di carcere. Tuttavia, pagando una cauzione di 100.000 dollari, come riportato da newsweek.com, il truffatore se la dovrebbe cavare. Il processo che lo vedrà protagonista di questa triste vicenda è fissato al prossimo 29 giugno.