Estrema Fulminea, un nome che è tutto un programma: la nuova hypercar italiana

Estrema Fulminea è un nome che dice già tutto della nuova hypercar elettrica italiana, nata dalla casa Automobili Estrema.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gianfranco Pizzuto (@gfranco1961)

L’arte italiana delle auto veloci è molto diffusa tra gli appassionati e tra le case d’automobili. Una tra tutte ha svelato la sua nuova hypercar made in Italy e totalmente elettrica, ovvero l’Estrema Fulminea della Automobili Estrema.

Questa azienda è nata dall’idea di Gianfranco Pizzuto, imprenditore di successo da molti decenni ormai, che si è lanciato anche nel mondo dell’automotive, in società come Jaguar. Adesso, con la nuova hypercar elettrica, vuole dominare pure il settore più green.

Il giorno in cui sarà svelata l’Estrema Fulminea a tutti è fissato per il 13 maggio a Torino, e proprio nel Museo dell’Automobile del capoluogo piemontese, sarà visibile da tutti. Purtroppo, però, il suo arrivo sul mercato sarà solo nel 2023, con soli 61 esemplari in produzione.

Potrebbe interessarti >>> Lamborghini, svelata la nuova hypercar: una sportiva tutta italiana | Foto

Estrema Fulminea, caratteristiche

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gianfranco Pizzuto (@gfranco1961)

L’Estrema Fulminea, essendo una hypercar, è chiaramente molto veloce, anzi estremamente veloce, come si evince dal nome. Partendo dal motore, questo è chiaramente elettrico con una potenza di 2040 cavalli, un qualcosa veramente di mostruoso. In totale, saranno presenti ben 4 propulsori.

Quello che risalta ulteriormente, tra l’altro, sono le batterie. Esse hanno grande capacità, da 100 KW/h, con un peso ridotto di appena 1500 chilogrammi quando il veicolo è in movimento, una specie di unicum nel mondo delle auto elettriche. Inoltre, c’è la nuova tecnologia dei supercondensatori, che applicate alle celle della batteria, ne aumenterà l’efficienza.

Potrebbe interessarti >>> Auto + moto = Suzuki Misano, la supercar pronta per il museo

Dal punto di vista estetico, non è qualcosa di totalmente rivoluzionario, essendo in linea con altre hypercar italiane e straniere europee, ma certamente è accattivante. Del resto, come non si può rimanere sbalorditi difronte a cotanta mostruosità.

La nuova hypercar made in Italy e totalmente elettrica, dunque, si preannuncia estrema in tutto, così come il suo nome. L’Estrema Fulminea, difatti, cercherà di stabilire una nuova strada per le auto più veloci e uniche del panorama dell’automotive, grazie alla tecnologia che porterà su strada.