Lamborghini, sbarco su Rocket League: la (sto)ria della casa online

Tutti sognano di guidare una Lamborghini, anche nei videogiochi. Ecco l’ultimo approdo della hypercar dei sogni.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lamborghini (@lamborghini)

La Lamborghini riesce sempre a sfornare macchine pazzesche, che tutti vorrebbero guidare almeno una volta nella vita. Se questo non è possibile nella realtà, ecco che potrebbe esserlo nei videogiochi, come già accaduto in passato nel corso degli anni.

Il marchio italiano, infatti, è arrivato in Rocket League. Questo gioco, è un connubio tra macchine e calcio, in quanto bisogna pilotar un’automobile e cercare di segnare nella porta avversaria, così come difendersi dagli attacchi degli oppositori. Insomma, una vera e propria partita di calcio, ovviamente non 11 vs 11.

La Lamborghini presente all’interno di Rocket League, è la Huracan STO, il cui Bundle, ovvero l’insieme di prodotti appartenenti a una stessa casa, sarà disponibile per una settimana, cioè fino al prossimo 27 aprile. Tutto questo, chiaramente, rientra in una partnership tra il costruttore italiano e la Psyonix, azienda produttrice del videogioco, che farà bene a entrambe.

Potrebbe interessarti >>> Lamborghini o Porsche: quale comprare ad aprile con 20.000 euro

Lamborghini, da Need For Speed agli eSports

La Lamborghini, quindi, è molto attiva nel settore degli eSports, con una storia che però inizia molti anni fa. Infatti, andando indietro nel tempo, risale al 2003 Need For Speed Underground 1, nel quale videogioco era già presente una macchina del marchio italiano.

La collaborazione è andata avanti negli anni, con Underground 2, e passano poi per Most Wanted, Carbon, Hot Pursuit e Rivals, tutti capitoli più o meno popolari di Need For Speed. Fino, poi, ad arrivare a Heat e Hot Pursuit remastered, e in quest’ultimo sono presenti le Lamborghini che vanno dalla Countach alla Murcielago, passando per Diablo, Gallardo, Sesto Elemento e Reventon.

Potrebbe interessarti >>> Lamborghini Huracan, in pochi giorni fa la storia: tra pista e IA

Nello scorso decennio, inoltre, la casa italiana così come tanti altre aziende d’automobili, ha investito nel settore degli eSports. Difatti, a maggio scorso, è stata istituzionalizzata la The Real Race, il primo campionato monomarca online di Lamborghini.

Quest’azienda, dunque, oltre alle ottime prestazioni sul mercato, continua a rilanciare e investire in tutti i settori, eSports compresi. Questo, non fa che aumentare l’appeal nel guidare anche solo online, alcune delle hypercar più belle del mondo.