Aston Martin, svelata la nuova F1: la seconda Mercedes è qui

Via i veli alla Aston Martin da F1, la vettura guidata da Vettel e Stroll, si mostra verde in tutto il suo splendore.

aston martin f1
Racin Point, oggi Aston Martin (Getty Images)

Altro giorno, altra presentazione per le scuderie di F1. Oggi è toccato all‘Aston Martin, che ha preso il posto della Racing Point. A dominare la livrea, il verde tipico della casa inglese, che ha un unico obiettivo: fare meglio del 4o° posto ottenuto nei costruttori, l’anno scorso, grazie anche ai suoi due piloti.

Per Sebastian Vettel, quello di quest’anno è un nuovo inizio, viste la possibilità di allontanare definitivamente le scorie della sua avventura in Ferrari. Certamente, la sua esperienza, quella di un quattro volte campione del mondo, può aiutare tantissimo il team.

Ad affiancare il tedesco, c’è Lance Stroll, figlio di papà, nel senso del proprietario della scuderia Lawrence Stroll, che deve dimostrare a tutti quanto si sbagliano, sul fatto che corre solo perché ha tanti soldi.

Potrebbe interessarti >>>Alpine, presentata la nuova macchina

Aston Martin, un’altra Mercedes sulla griglia

Già l’anno scorso l’Aston Martin fu accusata dalle altre scuderie, di aver copiato la Mercedes in molte parti, non solo esternamente, ma anche internamente. Ciò non è consentito dal regolamento, ma comunque, le proteste formali si sono concluse in un nulla di fatto.

Anche quest’anno, però, serpeggiano i dubbi sulla scuderia inglese, che nonostante il cambio nome, sembra non aver cambiato le vecchie abitudini. Infatti, l’Aston Martin è stata già ribattezzata una Mercedes verde, per via dell’uso di alcune soluzioni già messe in pista dalla casa di Stoccarda la scorsa stagione.

Potrebbe interessarti >>>Mercedes, presentata la nuova W12 di F1

Avendo di nuovo il motore Mercedes, il miglioramento come si è visto l’anno scorso, dovrebbe riesserci per la scuderia di Stroll. Senza dubbio, un buon motivo per far sorridere i piloti, in particolare Vettel, che può puntare al podio con facilità, se trova feeling con questa macchina.

Per l’Aston Martin, quindi, si prospetta una gran bella stagione. Un nuovo nome, una nuova e bellissima livrea, le scopiazzature da Mercedes più il loro motore, e infine un quattro volte campione del mondo alla guida. Ci sono dunque tutti gli ingredienti per divertirsi.