Una Ferrari che si trasforma in una Lamborghini | L’accrocco è impensabile ma il risultato stratosferico

Il crossover che stavamo tutti attendendo ma che non osavamo chiedere. Per chi aspettava solo che le case italiane più famose di sempre unissero le forze, ecco a voi un classico trasformato in qualcosa di unico.

Mischiare è cosa buona e giusta se i risultati sono questi: la prima Ferrari col marchio Lamborghini sul cofano non ci sembra per niente male, voi la comprereste a questo prezzo?

CrossoverCanva 07_09_2022 Quattromania
(Canva)

Un’attesa lunga

L’Italia è riconosciuta universalmente anche dai più scettici come la patria delle automobili di lusso e delle supercar al punto che guida il settore delle super-auto più amate nel mondo tra cui Ferrari, Maserati e Lamborghini. Purtroppo, per ovvie ragioni di competizione, le marche italiane che producono le auto più ricercate raramente collaborano tra loro. Proprio per questo, l’esemplare che vedremo oggi è più unico che raro.

Parliamo di una Lamborghini apparentemente normale ma che sotto la sua carrozzeria nasconde un segreto. Apparentemente, si tratta di una Lamborghini Miura, la leggendaria vettura che permise al marchio di Sant’Agata di farsi conoscere finalmente in tutto il mondo come un serio competitor della Ferrari. Ironico che proprio quest’auto sia stata scelta per un inedito crossover tra marchi italiani.

Ad oggi, la Miura è una supercar rara e ricercata dai collezionisti che ogni tanto sono abbastanza fortunati da trovarne una abbandonata ma in ottime condizioni – leggetevi il nostro articolo sulle super-auto abbandonate! – e può arrivare a valere milioni di Euro. Questa costerà un po’ meno ma secondo noi, è perfino più difficile da trovare in giro.

Cuore di Maranello

L’auto infatti costa attorno alle 30.000 – 40.000 Sterline, prezzo tutto sommato abbordabile e giusto per una replica. Realizzata nel 1991 e in vendita su Bonhams quest’auto cela sotto l’ottima carrozzeria che riprende l’inconfondibile design della prima vera supercar del Toro un cuore pulsante molto più moderno.

Motore, cambio ed altri elementi meccanici dell’auto arrivano dritti dritti da una Ferrari 348, supercar di Maranello costruita a cavallo tra gli anni ottanta e novanta. Con quasi 9.000 esemplari costruiti in questo lasso temporale, la 348 è un’auto sufficientemente diffusa da non oltraggiare i collezionisti qualora un esemplare sia sacrificato per costruire un’altra auto, come in questo caso.

Miura Bonhams 07_09_2022 Quattromania
La somiglianza è eccellente: sembra una Lamborghini Miura (Bonhams)

La replica realizzata dalla Prova Design è ancora invenduta ma dubitiamo lo rimarrà a lungo. Le imitazioni di supercar famose solitamente vengono realizzate in modo molto scadente: questa è l’eccezione che conferma la regola, risultando un’ottima prova di abilità costruttive e soprattutto essendo equipaggiata con un motore molto più potente di quello della vettura che replica.