Nissan dopo anni prende una drastica decisione: non vedremo mai più quest’auto | Sconvolti gli appassionati

La Nissan è senza ombra di dubbio una delle aziende più conosciute ed apprezzate in assoluto. Il futuro però in Europa è incerto, almeno nell’immediato futuro.

La Nissan GT-R è indubbiamente una delle automobili più apprezzate degli ultimi decenni. E, sicuramente, diventerà anche fra le più nostalgiche. Dopo il mercato australiano, infatti, anche quello europeo si prepara a dirle definitivamente addio.

Nissan
Nissan (web source)

Non esiste alcuna possibilità per la bellissima auto sportiva giapponese di rimanere in gioco, dopo tredici anni dal suo esordio nel vecchio continente.

Una decisione presa dalla stessa Nissan, seppur in maniera sofferta. L’azienda è stata costretta a ritirare il modello dal mercato europeo dopo l’introduzione delle nuove rigide normative UE che entreranno in vigore entro la fine dell’anno.

NISAN GT-R: L’AUTO DEI SOGNI ALLA PORTATA “DI TUTTI”

Nissan GT-R. Bella, veloce, unica. Una vettura coupé, erede diretta della Skyline GT-R. Fu presentato il suo concept a Tokyo nel 2001, il prototipo di quella che sarebbe presto diventata l’auto giapponese di serie più potente mai costruita.

Nissan GT-R (Web source)
Nissan GT-R (Web source)

Nel 2005 debutta un’altra concept car, che precede la versione pronta alla commercializzazione mostrata nel 2007. Concettualmente diversa rispetto a tutte le altre auto che l’hanno preceduta, fu frutto di un progetto ben definito e decisamente mirato alla costruzione di una supercar.

Spinta da un motore V6 anteriore capace di erogare ben 480 Cv di potenza massima, l’intero blocco del propulsore è stato assemblato a mano.Il cambio è integrale ed a sei rapporti. Il telaio fu costruito con materiali resistenti e leggeri come alluminio ed acciaio. L’auto pesa 1.740 chilogrammi.

Supera abbastanza agevolmente i 300 chilometri orari ed è capace di andare da 0 a 100 in 3,5 secondi. Il suo prezzo supera i 100.000 euro, che per una vettura “normale” del genere non è assolutamente un valore proibitivo. O, almeno, non lo era.

Nissan GT-R, la sportiva giapponese costretta a dire basta

Il problema principale della Nissan GT-R riguarda la rumorosità, tema caldo per quanto concerne le nuove normative imposte dall’Unione Europea.Al contrario di quanto accaduto nel mercato australiano, con un’esclusione decisa a causa delle nuove norme severissime sugli incidenti con impatto laterale. La stessa azienda, in una nota resa pubblica da Autocar, ha parlato con orgoglio di quest’automobile, definendola icona dell’auto accessibile ad alte prestazioni.

Ha chiuso annunciando che “la produzione europea terminerà a marzo secondo quanto stabilito da UE e Regno Unito”. Le nuove normative, dopotutto, non lasciano scampo.Mirano alla riduzione del rumore stradale per cercare di limitare lo stress indotto dal suono per pedoni e persone che vivono in prossimità delle strade. Leggi severe, che sono solo il primo passo di quanto l’Unione Europea ritiene di voler fare da qui al 2026, quando il limite per i rumori dei motori verrà ancor di più tenuto d’occhio.

Nissan GT-R (Web source)
Nissan GT-R, addio al mercato europeo (Web source)

Una decisione che potrebbe avere pesanti ripercussioni per i produttori di automobili sportive. In ogni caso, tornando a Nissan, l’uscita di scena della GT-R crea un delicato vuoto nell’offerta del costruttore in Europa.

Anche la nuova Nissan Z, dotata di un V6 non ibrido e quindi con impatto negativo sulle emissioni, non farà parte del mercato europeo. Ciò può quindi significare che molto presto la campagna sul fronte mercato di Nissan sarà sempre più influenzata dalla tecnologia dell’elettrico.

Potrebbe interessarti>>> Nuova Nissan Micra, alla Fiat non saranno contenti di vederla: ecco quando uscirà

Del resto, come già vale per tantissime case costruttrici automobilistiche. Solo il futuro ci svelerà cosa effettivamente accadrà, ma nel frattempo perdiamo una vera e propria icona delle quattro ruote.