Bollo auto, non tutti lo devono pagare: ecco chi ha diritto all’esenzione, ma occhio alle truffe

Il bollo auto è dovuto per il semplice possesso dell’auto, indipendentemente dal suo utilizzo. Attenzione, però, c’è chi può rimandare il pagamento dell’imposta: ecco chi può beneficiare di questo importante vantaggio.

Il bollo auto è ormai da tempo una delle tasse più odiate dagli automobilisti, dovuta per il semplice possesso della vettura. Questa è proprio la differenza principale rispetto all’assicurazione, che può essere modulata a seconda delle esigenze; in questo caso, infatti, sono disponibili polizze legate al numero di chilometri percorsi o temporanei. La pandemia e le misure restrittive introdotte per arginarla hanno però avuto paradossalmente un beneficio sugli automobilisti. Revisione e rinnovo patente hanno infatti subito una proroga, situazione che riguarda anche questa imposta.

Bollo auto
Bollo auto (Web source)

LEGGI ANCHE >>> Addio al bollo auto, la “bufala” che circola sul web – Tutto quello che accadrà a fine ottobre

E’ bene quindi essere a conoscenza della situazione per non incorrere in situazioni spiacevoli. Il bollo è infatti regionale, con l’unica eccezione di Friuli Venezia Giulia e Sardegna (qui se ne occupa l’Agenzia delle Entrate). A seconda della propria zona di residenza la situazione può quindi essere differente.

LEGGI ANCHE >>> Bollo auto, va sempre pagato tranne che in tre casi: ecco come non essere obbligati

Bollo auto: non tutti devono pagare ma attenzione alle truffe

La gestione del bollo auto nella maggior parte della nostra Penisola è effettuata dalle Regioni. Proprio per questo è bene consultare le informazioni sul sito della propria zona di residenza per verificare se siano prese decisioni a riguardo. In molti casi, infatti, si è deciso di concedere ai cittadini proroghe, sconti o esenzioni. Visitare il sito può inoltre essere utile per capire se ci siano state modifiche alla cifra dovuta o in merito alla scadenza.

cancellazione bollo auto
Gli italiani e le auto (regione.lombardia.it)

LEGGI ANCHE >>> Passaggio di proprietà? No, in Australia vendono le targhe – Questa costa come una Bugatti

Informazioni utili a riguardo possono arrivare anche dall’Aci. Chi teme di sbagliare può recarsi personalmente nella sede più vicina.

LEGGI ANCHE >>> Comprare un’auto usata? Questo è assolutamente il momento migliore – Ecco perché

Anche in questo caso, però, il rischio truffa può essere dietro l’angolo ed è per questo che gli automobilisti sono chiamati a prestare attenzione per evitare di andare incontro a sorprese poco piacevoli. I problemi maggiori possono riguardare chi ha deciso di acquistare un veicolo di seconda mano e ha effettuato da poco il passaggio di proprietà. A volte si tende a dare per scontato che il vecchio intestatario abbia provveduto a versare l’importo per non lasciare incombenze al successore, ma non è detto che sia così. Proprio per questo è consigliabile verificare la situazione sul sito dell’Aci (www.aci.it) o presso un’agenzia incaricata.