Volete conoscere Alfa Romeo Tonale? Basta seguire la cugina americana, la Dodge Hornet

Dodge è alle prese con varie gamme al momento, tra spider e SUV. Tuttavia, si concentra pure sulla Hornet, la cugina dell’Alfa Romeo Tonale.

Dodge è alle prese con varie gamme al momento, con le sempreverdi Charger e Challenger a guidare la flotta composta pure da spider e SUV. Tuttavia, la casa americana fa comunque capo a Stellantis, e quindi in base al riassetto voluto dal gruppo ci sono punti di intersezione con i brand italiani.

dodge alfa romeo
Dodge Hornet (twitter)

In particolare, ecco possibili novità sulla Dodge Hornet, la cosiddetta cugina dell’Alfa Romeo Tonale. Si tratta, in pratica, di un crossover ibrido che dovrebbe partire dalla base della Jeep Compass. Il tutto con il progetto da assemblare a Pomigliano d’Arco.

Stellantis difatti potrebbe affiancare nello stesso sito le due linee di produzione, quella della Tonale e della Hornet. Certo, anche se ci sono solo ipotesi, si sa che la vettura ibrida plug-in della casa americana arriverà nel 2023, e quindi i preparativi effettivamente sono in corso.

Potrebbe interessarti >>> L’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio diventa estrema col tuning tedesco da quasi 700 cavalli

Dodge Hornet, cosa sappiamo del crossover

Si sa ancora poco sulla Dodge Hornet, se non che come detto è un crossover con motorizzazione ibrida plug-in e che arriverà nel 2023. Con questa data, ovviamente, ci riferiamo all’uscita in Europa, mentre negli USA dovrebbe arrivare entro l’estate del 2022.

Potrebbe interessarti >>> Ricordate la Dodge Charger di “Hazzard”? Il Generale Lee è ora in vendita | Ecco come acquistarlo

Così facendo, ci sarebbe un andamento da pari passo tra la Tonale nel vecchio Continente, e la cugina americana negli States. Andamento, supportato nel caso della Dodge Hornet, con ogni probabilità, da un 4 cilindri in linea turbo da 1.5 litri e appunto tecnologia ibrida.

A far differire di molto le due auto, comunque, ci penserà il design. Infatti, la Hornet dovrebbe essere più tipicamente Dodge, dunque con maggiori squadrature e meno curve. La certezza, comunque, è che dovremo aspettare ancora un po’ per vedere l’auto all’opera.