Anche Vladimir Putin ha dei “sentimenti” | Il primo “amore” non si scorda mai

E’ uno degli uomini più potenti del mondo, ma è sempre rimasto una persona umile, attaccato ai valori della famiglia ed ai ricordi della mamma.

Tra questi, c’è il suo primo “amore”, una vecchia e solida berlina risalente ai tempi dell’Unione Sovietica: eppure, si è rivelata un’automobile degna del presidente. Vi presentiamo la ZAZ 968.

Quando pensiamo alle automobili che trasportano i politici, forse avendo in mente le auto blu italiane, ci immaginiamo sempre Mercedes, BMW, Maserati…auto costose e possenti. Eppure, è capitato almeno una volta nella storia che un uomo davvero potente si sia lasciato affascinare dalla semplicità di una berlina.

Putin
Il presidente russo Vladimir Putin (Wikipedia)

Vladimir Putin, attuale presidente della Federazione Russa, è uno dei presidenti più longevi che la nazione abbia mai avuto e, ovviamente, governando un paese così immenso è anche uno dei politici più influenti e potenti del mondo.

Il presidente Putin è stato spesso avvistato a bordo di tante vetture diverse. Una però gli è rimasta decisamente nel cuore, a giudicare dalle immagini che circolano sul web. Stiamo parlando di una vettura risalente al 1960 che ha visto decenni di storia sovietica e russa.

Ti potrebbe interessare anche -> La Fiat russa straccia una supercar – VIDEO 

Dall’Unione Sovietica con amore

In molte foto, possiamo vedere Vladimir Putin con la sua ZAZ 968. Il presidente ha raccontato di aver ricevuto l’automobile in dono dalla madre che a sua volta l’aveva vinta ad una lotteria. Da allora, il presidente ha usato come auto personale questa macchina finché un giorno non l’ha regalata ad un suo amico.

Zazz
Putin e la sua Zaz (Wikipedia)

Ti potrebbe interessare anche -> Mai vista la 126 giardinetta? Viene dall’est 

La ZAZ 968 è nata in Ucraina nel 1960 dalla casa costruttrice che decise di produrre una vettura con il rivoluzionario – per l’URSS – motore a V. Con un prezzo di circa 2.200 Rubli, si trattava di una vettura decisamente economica.

Ti potrebbe interessare anche -> Le auto italiane più vendute: la Russia apprezza la 124

Tra i suoi difetti, il poco spazio a bordo. Tra i pregi, un peso di appena 750 chilogrammi che rendeva l’auto un po’ più vivace su strada e l’ampia dotazione di optional che comprendeva anche l’autoradio, cosa rara negli anni 60 e 70. Se un presidente ha apprezzato quest’auto, dovremmo davvero darle una chance, che ne dite?