MotoGP, a Austin vince Marquez: Miller è il pilota più frustrato del mondo

La MotoGP archivia anche Austin con la vittoria di Marquez. Tempi duri, invece, per Miller che torna a casa arrabbiato.

La MotoGP archivia anche Austin, sede della quart’ultima gara del mondiale 2021, e lo fa con la vittoria di Marquez. Come da copione, lo spagnolo ha preso la prima curva alla partenza in testa, e non si è mai più voltato indietro.

marc marquez austin
Marc Marquez (Getty Images)

Alle sue spalle sul podio ci sono Quartararo e Bagnaia, col francese che allunga sull’italiano. Solo settimo Jack Miller con l’altra Ducati ufficiale, alle spalle di Bastianini con una Borgo Panigale vecchia, Martin e Rins. L’australiano si è reso autore di una bella rimonta, ma alla fine la gomma ha ceduto.

Miller infatti è stato l’unico della griglia a scegliere la doppia gomma dura, che a inizio gara non ha pagato. Col passare dei giri però la strategia si è rivelata giusta, il che ha permesso al ducatista di arrivare al 5 posto, tuttavia lì si è fermata la sua ascesa.

Potrebbe interessarti >>> MotoGP: Austin è dietro l’angolo e Marquez vuole tornare il cannibale del Texas

Miller, la frustrazione dell’australiano

Già dopo le qualifiche Miller era frustrato a causa della gomma non buona che lo aveva relegato solo in decima posizione. In gara come detto le cose stavano andando meglio, ma giunto in quinta posizione la sua ascesa al vertice si è fermata.

Potrebbe interessarti >>> Andrea Iannone torna di nuovo “in pista” | La novità che riguarda il pilota italiano

Bagnaia, invece, ha optato per una strategia diversa che lo ha reso più forte nella seconda parte di gara e questo ha fatto si che Miller gli lasciasse strada, essendo l’italiano ancora aggrappato al mondiale. Poi, a fine corsa le gomme dell’australiano non hanno più retto.

Negli ultimi giri è stato raggiunto da Mir, il quale attuale campione del mondo ha cercato di superarlo ma ha finito per tamponarlo. Della lotta fra i due ha approfittato un ottimo Bastianini che ha “rubato” la sesta posizione, mentre Mir a fine gara è stato retrocesso di una, finendo ottavo dietro il frustratissimo Miller in settima posizione.