Antonella Clerici smette di “condurre”, preferisce farsi trasportare

Antonella Clerici si rilassa con le vacanze direttamente in un castello. Tra una ricetta e l’altra disi gode il meritato relax in compagnia

Antonella Clerici è una delle conduttrici più amate della televisione italiana. Prima legata al calcio, di cui è stata inviata sui campi e poi presenza fissa negli studi tv, la presentatrice di Legnano ha poi cambiato settore, arrivando in quello vero e proprio dello spettacolo.

A lei, insieme a Paolo Bonolis, si deve lo svecchiamento del Festival di Sanremo a partire dal 2005, anno in cui si rinnovò completamente il programma più visto dagli italiani. Inoltre, Antonella Clerici è legata indissolubilmente anche al cibo, vista la trasmissione La prova del cuoco.

Da questa, sono poi derivate tutte le altre che ancora oggi inondano i palinsesti televisivi. Oggi, invece, la conduttrice conduce È sempre mezzogiorno, ma al momento è in vacanza. Negli ultimi giorni è stata in un castello in Normandia, e chissà se si è portata dietro la Porsche.

Potrebbe interessarti >>> La supercar del 21° secolo è italiana, ma non è Ferrari né Lamborghini | Prime consegne a fine estate

La Porsche di Antonella Clerici

antonella clerici auto
Porsche 911 (media.porsche.com)

Antonella Clerici è stata avvistata più volte negli ultimi anni a bordo di una Porsche guidata dal compagno Vittorio Garrone, imprenditore del petrolio al quale è legato da diversi anni ormai, e con il quale la conduttrice ha dato il la a una famiglia allargata.

Potrebbe interessarti >>> L’Alfa Romeo elettrica più economica di sempre: con gli incentivi costa come uno smartphone

Passando nel dettaglio a Porsche, l’azienda di Stoccarda ha deciso per agosto di intraprendere un’iniziativa per le vacanze estive dei più piccoli. Ecco che entra in scena Porsche4Kids, ovvero un progetto per bambini/ragazzi dai 5 ai 13 anni in cui questi potranno ripercorrere la storia della casa tedesca, attraverso i prototipi fino ad arrivare ai test sul banco di prova.

Quest’ultimo è seguito dal test drive, dopo aver attraversato le fasi design e prototype, in cui i bambini potranno cercare di scoprire le differenze tra un muletto e un’automobile di serie quale è la Taycan. Purtroppo, il tutto è relativo sarà in lingua inglese e tedesca.