Aston Martin DBS GT Zagato: il “mostro” alla scoperta dell’America

Sono solo 19 gli esemplari di Aston Martin DBS GT Zagato e uno di essi è finalmente arrivato a un proprietario statunitense.

Una supercar svelata negli Stati Uniti e prodotta in soli 19 esemplari, di cui uno è finalmente giunto a un proprietario proprio statunitense. Parliamo della già mitica Aston Martin DBS GT Zagato, una macchina non comune.

Questa è una delle più rare in assoluto del panorama automobilistico, e anche della storia della casa inglese. Ciò a causa anche delle richieste del suo cliente americano, che l’ha richiesta in una colorazione Satin Grey, più la fibra di carbonio al posto delle finiture Gold come allestimento.

Aston Martin DBS GT Zagato difatti è una supercar unica nel suo genere, in quanto i proprietari possono richiedere modifiche rispetto a quella presentata nel 2019. Quello che conta, comunque, è che dopo due anni potremo finalmente vederla all’opera.

Potrebbe interessarti >>> Fiat Panda Elettra: l’auto arrivata 30 anni prima di Tesla – Foto

Aston Martin DBS GT Zagato, caratteristiche

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Miller Motorcars (@millermotorcars)

L’Aston Martin DBS GT Zagato parte da una solida base, ovvero quella della DBS Superleggera, prendendone alcune componenti basiche, tra cui il motore. Esso è un V8, che sulla Zagato è stato potenziato fino a una massimo di 760 cavalli di potenza.

Riguardo il design esterno, invece, spicca sul davanti un imponente griglia, che funge da enorme presa d’aria per refrigerare il potente propulsore. Essa tra l’altro si apre quando l’auto è accesa, mentre è chiusa quando è spenta. Il resto degli esterni è decisamente aerodinamico con forma simile a quella di unproiettile“.

Potrebbe interessarti >>> Sfera Ebbasta: Quanto guadagna il trapper che gira con l’auto de “Il Padrino”

Gli interni, infine, sono decisamente di lusso, come ci si aspetta che siano quelli di una Aston Martin. Non bellissimo, però, il sistema di infotainment, che appare ancora sottosviluppato rispetto a quanto si vede oggi in macchine che non sono supercar ma solo utilitarie.

Aston Martin DBS GT Zagato, dunque, rappresenta l’ennesima grande prova da parte della casa inglese, in unione alla storica carrozzeria italiana. Solo a guardarla, verrebbe voglia di mettersi alla guida di questo proiettile, per toccare i 300 Km/h.