La Vespa Piaggio che costa più di una Ferrari | Ecco qual’è

Come nelle migliori tradizioni, il titolo di “Vespa più costosa” va alla prima serie. Proprio quella del 1946. Ne furono prodotte solo 60

Piaggio Vespa
Piaggio Vespa (GettyImages)

Conosciuta nel mondo. E apprezzatissima. Tanto tra le persone “normali”, quanto tra le celebrità. La Vespa è la Vespa. Un vero e proprio capolavoro della Piaggio. Ma forse non sapete che esistono esemplari che valgono più di una supercar.

Il mito Vespa

Piaggio Vespa prima serie
Piaggio Vespa prima serie (Katawiki)

Brevettata nell’aprile 1946 su progetto dell’ingegnere aeronautico Corradino D’Ascanio, ancora oggi è una delle due ruote più famose al mondo. Grazie alla Vespa, la Piaggio è entrata nell’olimpo dei motori. Non si contano, nella storia, le versioni della Vespa. O le sue apparizioni al cinema. Da sempre, quindi, il nome di Vespa significa “Made in Italy”.

Recentemente, l’ultimo grande nome ad essere associato alla mitica Vespa Piaggio è stato il nuovo allenatore della Roma, Josè Mourinho. Il trainer portoghese ha suscitato grande entusiasmo nella Capitale. Prima è stato immortalato in un murale. E poi pizzicato a bordo della Vespa all’interno di Trigoria, il centro sportivo della Roma.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Mourinho a Roma fa il “fuorilegge”: un cattivo esempio per i giovani

La Vespa più costosa

Piaggio Vespa prima serie
Piaggio Vespa prima serie (Katawiki)

Come nelle migliori tradizioni, il titolo di “Vespa più costosa” va alla prima serie. Proprio quella del 1946. La Piaggio produsse solo 60 di queste Vespe. Lavorata a mano come si evince anche dalla flessione del taglio alla saldatura delle lamiere. Priva di cavalletto e senza sospensioni posteriori, alcuni anni fa è stata aggiudicata all’asta. Ad accaparrarsela un anonimo offerente. Che, però, ha dovuto sborsare circa 182mila euro per averla, dopo averla adocchiata sul sito di Catawiki. Era la numero tre di quelle famose sessanta. La celeberrima “Serie Zero”.

Dopo questi primi 60 pezzi, la produzione della Vespa continuò, senza però quei tratti artigianali che avevano contraddistinto la “Serie Zero”. Di quell’incredibile sequenza, dovrebbero essere rimasti solo tre esemplari. Secondo i ben informati, una di queste si trova proprio in Italia. In provincia di Reggio Emilia.