Porsche Panamera: forse non sapete che non è stata la prima Shooting brake

Nel 2017, lo shooting brake della casa automobilistica tedesca sorprese molto e fece storcere il naso ai puristi.

Porsche Panamera 2
Porsche Panamera (Carscoops)

La Porsche Panamera è una coupé a 4 porte di lusso, commercializzata dalla fine di maggio 2009. Per la casa automobilistica tedesca si tratta di un modello precedentemente inedito, tramite il quale ha potuto espandere la propria gamma di autoveicoli, essendo la prima berlina quattro porte di serie.

La Porsche Panamera

Porsche Panamera (Carscoops)
Porsche Panamera (Carscoops)

Nel 2016 ne è stata presentata la seconda generazione e nel 2017 ne è stata presentata una variante shooting brake chiamata Panamera Sport Turismo. Porsche ha immaginato un nuovo segmento con la Panamera Sport Turismo, ma questo non è in realtà il primo Shooting Brake dell’azienda.

Almeno non nella forma di produzione, dato che i tedeschi hanno giocato con questa idea in passato, quando una 911 S del 1970 è stata ampliata, e così anche due modelli 928: la 928 H50 Concept del 1987 e una 928-4, un prototipo a quattro posti con carrozzeria Shooting Brake, del 1984.

Oltre a queste modifiche, alla Porsche 928-4, unica nel suo genere, arrivarono anche alcune caratteristiche extra, come i fari del proiettore, gli esclusivi interni in pelle e i finestrini colorati di verde.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> La passione per i motori fino all’ultimo: i carri funebri che non ti aspetti – FOTO

Porsche Panamera Sport Turismo: le caratteristiche

Porsche Panamera (Carscoops)
Gli interni della Porsche Panamera (Carscoops)

Il nome “Panamera” è derivato, come quello delle versioni Carrera della 911, dalla competizione agonistica Carrera Panamericana. La Panamera è generalmente considerata come l’erede della Porsche 989, concept car della fine degli anni 1980 che rappresenta la prima quattro porte in assoluto della casa tedesca.

Ai tempi, in tanti hanno storto un po’ il naso, considerandola come una contaminazione della gamma Porsche, rispetto alle sportive ad alte prestazioni. In particolare, la Panamera era ben diversa dai canoni Porsche, con le sue automobili leggere a due porte con motore posteriore o centrale. Di fatto una station wagon.

La vettura, lunga oltre cinque metri, era un omaggio alle shooting brake, che però hanno due porte in meno. Tre le propulsioni: a benzina, diesel e ibridi plug-in con potenze dai 330 ai 680 CV, con versioni a trazione posteriore o integrale (anche con le ruote posteriori sterzanti e le sospensioni attive). Per tutte era di serie il cambio automatico a 8 marce. Prezzo di partenza di oltre 100mila euro.