L’impennata: il pallino di tutti i motociclisti | Arriva il record dall’India

Due anni dopo la riuscita, ecco che entra nel Guinness World Record l’impennata su una moto senza mani più lunga del mondo.

Nel 2019 le immagini ci avevano sbalordito, e subito si era parlato di qualche effetto strano che aveva alterato il video. Tuttavia, era tutto vero quello che avevamo visto, con l’indiano Rohitesh Upadhyay autore dell’impennata su moto più lunga del mondo.

Furono 567 i metri percorsi due anni fa da questo ragazzo, e una settimana fa è arrivata la certificazione da parte del Guinness World Record, che ha confermato la storica impresa. A dimostrazione dell’eroicità del gesto, è il fatto che il precedente record era di “soli”, si fa per dire, 89 metri, fatto nel 2002.

Insomma, Rohitesh Upadhyay ha decisamente compiuto qualcosa di storico, come potete ammirare nel video. Un’impennata del genere non si era mai vista, e addirittura batte a mani basse quella di Biaggi a Brno nel 1998.

Potrebbe interessarti >>> Altro che Tesla, la nuova elettrica cinese ha il doppio dell’autonomia

Rohitesh Upadhyay, l’allenamento per fare la storia

Rohitesh Upadhyay non è un eroe che si è improvvisato freestyler alla guida di una moto impennandola senza mani. Anzi, possiamo dire che è una specie di stuntman abituato a questo genere di cose. Infatti, già precedentemente aveva cercato di stabilire il record, ma esso non fu omologato.

Dal 2015, difatti, il motociclista indiano ha provato e riprovato a fare l’impresa, allenandosi duramente. L’allenamento, dunque, è stato fondamentale per riuscire ad avere il controllo non solo della moto, ma anche di se stesso, visto che bisogna gestire alla perfezione ogni muscolo del proprio corpo per non cadere.

Potrebbe interessarti >>> Simone Montedoro: da Don Matteo alle foto con la rossa | Fan impazzite

Il talento, poi, ha fatto il resto per Rohitesh Upadhyay, che ne ha parecchio. Questo motociclista deve essere fiero di quanto fatto, e inoltre ha tenuto fede ai suoi sogni da bambino, per i quali voleva entrare nel Guinness dei Primati.

Insomma, questa storica impresa è ormai già leggenda del motociclismo. Rohitesh Upadhyay avrà per sempre un posto nella storia e nell’immaginario collettivo di tutti noi appassionati di motociclismo, che quando guarderemo un’impennata penseremo a lui.