Fiat X1/9: il possibile ritorno di un mito in versione supercar di Stellantis | Foto

Spesso vengono rivisitate automobili che hanno fatto la storia e contribuito a rendere l’automotive unico. Come una Fiat veramente speciale.
La Fiat, oggi una delle aziende più importanti appartenenti al gruppo Stellantis, ha costruito nella sua storia vetture veramente spettacolari oltre che uniche.
Tra queste non si può non evidenziare la X1/9, che è ricordata tutt’oggi per essere una delle automobili costruita e prodotta dal marchio italiano più originali degli ultimi decenni.
Questo grazie ad innumerevoli motivi, che l’hanno resa agli occhi dei più veramente particolare, come le dimensioni ridotte, un’ottima guidabilità su strada e linee davvero inconfondibili.
Per questo e tanto altro gli appassionati la misero molto presto fra le ‘piccole’ auto sportive più amate dagli stessi. Rimasta in produzione fra il 1972 e il 1989, la stessa Fiat non ha mai pensato di riproporla: a questo, quindi, ci hanno voluto pensare Riccardo Magnoler e Marco Maltese, fondatori della IdeCoRe.

Fiat X1/9: caratterisitche… della rivisitazione

Fiat X1/9 concept
Fiat X1/9 concept (auto-motor-und-sport)

Magnoler e Maltese non si sono dimenticati della X1/9. Gli hanno dato una loro interpretazione anche nel nome, Fiat XXX. Le soluzioni tecniche sono raffinate e ‘pulite’.

Si tratta, specifichiamo, di un semplice design che riprende le soluzioni del passato. Non mancano dettagli attuali come, ad esempio, i fanali a LED e il tetto apribile.

Potrebbe interessarti>>> Alfa Romeo presenta Tonale, il concept SUV ibrido plug-in del Biscione

Quest’ultimo, a differenza della X1/9, è costruito a lamelle (in parole povere, non c’è bisogno di smontare niente per aprirlo).

I due creatori di questo veicolo immaginario hanno pensato a qualcosa di moderno e allo stesso tempo minimal. Un prodotto utilizzabile davvero per tutti, che ognuno di noi potrebbe adoperare nelle strade pubbliche frequentemente nonostante stiamo parlando di una macchina sportiva.

Gli interni non deludono: sedili rivestiti in pelle, pannelli digitali – con cui è possibile gestire l’impianto multimediale e le principali funzioni dell’auto. Arriviamo alla parte più intrigante di questo progetto: la meccanica è la stessa della prestazionalissima Alfa Romeo 4C.

Potrebbe interessarti>>> Avete mai visto il minivan Porsche? Le foto del progetto ambizioso | Scopriamolo

La trazione è posteriore e il motore è dietro l’abitacolo, un 1.4 MultiAir a benzina che può raggiungere i 170 Cv abbinato ad un cambio sequenziale e ad un sistema già noto fra le vetture di F1.

il Kers – utilizzato per recuperare energia in frenata e trasformarla in potenza da poter erogare in accelerazione. Certamente un tocco in più, fuori dagli schemi, che chi segue assiduamente le corse apprezzerà moltissimo.