Alessandro Cecchi Paone fa coming out sulla sua auto: è una navicella spaziale

Altro che dinosauri e viaggi nel tempo, in fatto di auto, Alessandro Cecchi Paone è già nel futuro, la sua auto è davvero da sogno. 

Alessandro Cecchi Paone Bmw i3
Alessandro Cecchi Paone Bmw i3 (mbnews.it)

Nato a Roma nel 1961, Alessandro Cecchi Paone è conosciuto ai più come un giornalista e conduttore televisivo, ma non tutti sanno che è anche un docente universitario, nonché divulgatore scientifico.

Fece molto scalpore il suo coming out qualche anno fa, quando, dopo circa dieci anni di matrimonio, dichiarò prima la sua bisessualità e successivamente l’omosessualità. Fu sicuramente uno dei primi uomini noti a rompere gli schemi ed i tabù di una società conservatrice, specialmente pensando che all’epoca, Cecchi Paone era anche un’esponente della politica italiana con il partito di centro destra Forza Italia.

Per sua stessa dichiarazione è appartenente al “Grande Oriente d’Italia”, una loggia massonica, dalla quale è stato insignito di diverse importanti cariche. La sua carriera televisiva, invece, ebbe inizio nel 1977 con un tg per ragazzi ed a distanza di quasi 45 anni non ha mai visto interruzioni degne di nota.

Potrebbe interessarti>>>Giancarlo Magalli: il brutto incidente e l’auto che gli ha salvato la vita

Come membro del WWF la sua auto non poteva non essere “green”

Alessandro Cecchi Paone Bmw i3
Alessandro Cecchi Paone Bmw i3 (mbnews.it)

Grande attivista per i diritti umani, degli animali e sostenitore dell’ecologia in generale, Alessandro Cecchi Paone, non poteva non scegliere un’auto “green”.

Già quando l’elettrico non era ancora diffuso come oggi, il conduttore optava per un veicolo totalmente ecologico ed a zero emissioni inquinanti, un’auto elettrica all’avanguardia dal blasone tedesco: la Bmw i3.

La i3, è una vettura completamente elettrica, anche se dotata di un piccolo motore a benzina (di emergenza) che estende l’autonomia del veicolo in caso si scaricasse la batteria generando corrente elettrica per alimentare gli accumulatori. Batteria che, può essere ricaricata all’80% in circa 45 minuti con presa DC oppure dalle 5 alle 12 ore alle colonnine o da casa.

Il propulsore elettrico a trazione posteriore, eroga una potenza di 170 cavalli e fa raggiungere alla piccola tedesca la velocità massima di 150 km/h con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in poco più di 7 secondi. L’autonomia dichiarata è di circa 300 km di percorrenza anche se nell’utilizzo si rivela decisamente inferiore.

Il prezzo di questa piccola navicella spaziale non è propriamente abbordabile per tutti, tenendo conto che il listino Bmw parte da 40.000 euro per il modello base.