Nuova Alfa Romeo Giulia Sportwagon: un sogno possibile

Altro rendering per Alfa Romeo, stavolta un designer ha impiegato i suoi sforzi per una possibile Giulia versione Wagon.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sugarchow (@sugardesign_1)

Nel corso dei mesi, vari designer hanno ipotizzato dei nuovi modelli di case che non sfornano più nuovi modelli da un bel po‘. In primis, ecco spuntare sia Lancia che Alfa Romeo, e proprio riguardo quest’ultima, c’è un’importante novità.

Infatti, il designer Sugarchow ha fatto un render della possibile Giulia Wagon, concorrente diretta della BMW serie 3, dell’Audi A4 Avant e della Mercedes Classe C Wagon. In pratica, con questa idea di Alfa stiamo parlando di un modello SUV, ma anche crossover.

Esso deriva pienamente dalla Quadrifoglio, e per questo sarebbe abbastanza prestazionale. Fatto sta, che a livello di meccanica poco si può dire ovviamente di un render, ma vedendo e apprezzando le foto, possiamo notare la tipica aggressività unita alla leggerezza dell’Alfa Romeo sull’anteriore, con un wagon posteriore più alla tedesca.

Potrebbe interessarti >>> Alfa Romeo rinasce con due nuovi suv: Tonale e Palade. Scopriamoli

Alfa Romeo, non solo render ma anche tanto altro

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alfa Romeo (@alfaromeoofficial)

I piani di Alfa Romeo però non possono prescindere dalla realtà, quindi lontana dai render, seppure questi siano veramente molto belli. Del resto, con Stellantis si preannuncia un 2022 molto caldo, con l’arrivo di nuovi modelli.

Non solo, anche il motorsport è interessato, mentre proprio dalla F1 arrivano voci di un possibile nuovo accordo tra Sauber, azienda svizzera, e proprio il marchio italiano per continuare la partnership nella massima formula.

Potrebbe interessarti >>> Alfa Romeo Stelvio: la più amata dalla Polizia di tutta Europa

Quel che è certo, comunque, è che Alfa Romeo si butterà decisamente sulle motorizzazioni elettriche e ibride, con una riduzione di quelle tradizionali. Tuttavia, queste continueranno a esserci, perché non si può ancora dire addio definitivamente a certi know-how.

Alfa Romeo, dunque, tra render e realtà è pronta a ripartire. Stellantis deve supportare il rilancio del marchio, onde evitare che un’azienda che ha fatto la storia dell’automotive italiano e non solo, su strada e su pista, possa piombare nel baratro.