Cercate un “camper” piccolo? La soluzione estrema dalla Turchia

I camper stanno vivendo un ottimo momento nonostante la crisi dovuta dal Coronavirus. L’ultima particolare trovata arriva dalla Turchia

Microlino Camper Concept
Microlino Camper Concept (behance.net)

Tutti hanno sofferto, fino a qui, la crisi dovuta al Covid, e il settore dell’automobile non fa eccezione. I camper, per un motivo o per un altro, sono riusciti però a rimanere egregiamente a galla grazie a prodotti che hanno spinto le persone a vivere in vari caravan o, addirittura, a lavorare in smart working (in molti casi entrambe le cose).

Proprio per questo, ultimamente sono stati creati alcuni concept davvero particolari. Come quello di Microlino, il veicolo elettrico nato dalle mani del design di interni turco Ozan Kayikci.

Potrebbe interessarti>>> Nuovo Caddy California: si scrive camper, si legge casa | Tutte le caratteristiche

Si tratta di una microcar elettrica che, se non ci fosse stato il Covid di mezzo, avrebbe potuto spiccare il volo nel mercato. Tuttavia, nonostante questo veicolo non abbia ancora visto la luce, è già molto apprezzato tra gli appassionati della mobilità a zero emissioni.

Proprio grazie a ciò, in tanti designer si sono messi alla prova con l’obiettivo di ispirarsi a questo mezzo trasformandolo anche in un camper.

Microlino Camper Concept: caratteristiche e prezzo

Microlino, la “macchina-camper”. Quest’idea, come accennato in precedenza, proviene dalla Turchia ed è stata sviluppata sul sito Behance. Gli è stato dato il nome di Microlino Camper Concept e la creatura è nata per mano di Ozan Kayikci.

Le dimensioni, come avrete notato, non rispecchiano esattamente quelle di un camper anche se in un contesto come quello di un campeggio potrebbe essere l’ideale. Andando ad analizzare nel dettaglio questo concept, infatti, si nota l’esposizione di una tenda gonfiabile.

Potrebbe interessarti>>> Hitch Hotel: il camper più economico del mondo finalmente in Europa

Presente anche una piccola cucina da utilizzare nella zona posteriore del mezzo. Entrambe possono essere ripiegate dopo l’utilizzo e trasportate dove più si preferisce.

Un’idea tutto tranne che mediocre quindi ma che, in verità, si sposa alla grande con lo spirito della vettura originale. Il telaio dovrebbe essere realizzato in acciaio e alluminio, con tanto di batterie (8 kWh) in celle NMC.

Potrebbe interessarti>>> Cabineer: il modulo che trasforma la tua jeep in un comodo camper

All’inizio, molto probabilmente, non verranno prodotte più di 3.000 unità (dovrebbero comunque raddoppiare anno dopo anno). Il peso si dovrebbe attestare intorno ai 500 chilogrammi.

La velocità massima raggiunge i 90 km/h (da zero a 50 km/h in 5 secondi) e l’autonomia i 125 chilometri (200 opzionale). Due i posti a sedere, mentre il prezzo principe previsto è di 12.000 euro.