Dai fornelli alla pista: la passione dello chef Alessandro Borghese

Se non fosse diventato uno chef, di sicuro avrebbe fatto il pilota. La passione per i motori di Alessandro Borghese “corre” sui Social.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alessandro Borghese Official (@borgheseale)

Personaggio carismatico e sempre sorridente, lo chef Alessandro Borghese, è un grande appassionato dei motori in genere e di velocità su ruote, che siano due o quattro, e non nasconde questo “pallino” sui social mostrando le sue peripezie in pista o a bordo della sua Harley Davidson.

Conosciamo tutti Alessandro Borghese, volto iconico della “cucina” in tv, che si è fatto strada con caparbietà e tanta gavetta nel mondo della conduzione televisiva legata principalmente al suo lavoro ed alla sua passione culinaria. Alessandro come tutti sanno proviene da una famiglia di artisti, a partire dal papà Luigi (famoso attore e produttore negli anni ’70 e ’80, venuto a mancare nel 2016) per finire alla mamma, che tutti ricordiamo per la sua bellezza ed eleganza, Barbara Bouchet.

La passione per i motori, è stata in parte trasferita ad Alessandro, sia dal padre che dal nonno, ed il giovane ha approcciato con la guida delle 4 ruote già quando aveva 9 anni, facendo “pratica” con la Y10 Turbo di papà Luigi nel “giardino di casa”. Successivamente sono arrivati i due ruote, con i ciclomotori “truccati” e le prime moto da cross a rafforzare la passione per le competizioni motoristiche.

Ad oggi, Borghese, non perde occasione, compatibilmente con gli impegni lavorativi, di infilare casco, guanti e tuta e scendere in pista con la sua supercar. Nello specifico, parliamo di una Porsche 911 GT3 RS modello 991, quella che ha sostituito la 997, ed a sua volta è stata rimpiazzata dalla 992.

Potrebbe interessarti>>>Avete mai visto l’auto di Federica Pellegrini? E’ davvero “cattiva”

La Porsche da “corsa” di Alessandro Borghese

Porsche 911 GT3
Porsche 911 GT3 (GettyImages)

La Porsche 911 (991) GT3 RS, è stata prodotta dal 2011 al 2018, è rappresenta la versione racing del modello, non solo a livello meccanico ma anche strutturale. La RS infatti, monta un vistoso roll-bar interno con una gabbia che occupa tutto l’abitacolo posteriore del veicolo, oltre al gigantesco alettone posteriore.

Lo chef Borghese, in fatto di guida si considera un “purista” ed in effetti la sua GT3 ha il cambio manuale, che sicuramente gli fa perdere qualche secondo a giro nelle gare in pista, ma a detta sua, lo fa divertire come un matto nella guida, ed in effetti quello che cerca non è la vittoria o i record ma semplicemente esprimere la sua passione e divertirsi guidando.

Potrebbe interessarti>>>Guido Meda: non solo moto, la sua auto è davvero “Matta”

La Porsche GT3 RS è equipaggiata da un motore 6 cilindri boxer di 4 litri, che eroga una potenza di 500 cavalli sulle ruote posteriori e spinge fino a 9.000 giri con 460 Nm di coppia. Tutto questo si traduce in una velocità massima di 315 km/h ed un accelerazione da 0 a 100 in 3,2 secondi.

Che dire, guidare in pista questo bolide non è certo cosa semplice, ed Alessandro lo fa con estrema semplicità riuscendo anche a chiacchierare mentre sul rettilineo del circuito di Monza tocca quasi i 300km/h. Sicuramente se non avesse fatto lo chef ed il conduttore televisivo, di certo Alessandro sarebbe stato un gran pilota.