Bonus mobilità, arriva la svolta inaspettata: per riceverlo non devi per forza comprare una bici elettrica

Il governo ha introdotto recentemente un nuovo Bonus Mobilità pensato per chi acquista monopattini e biciclette elettriche. Ora è l’incentivo è disponibile anche per avere uno sconto per viaggiare su altri mezzi.

Usufruire di un incentivo quando si sta pensando di effettuare un acquisto può ssere certamente molto utile perché garantisce un risparmio spesso non indifferente. Soluzioni di questo tipo inoltre servono a dare respiro a settori che risultano essere in difficoltà, oltre che a spingere a effettuare l’operazione a chi fino a quel momento era indeciso. Le restrizioni introdotte a causa della pandemia, infatti, hanno causato problemi non da poco a molte famiglie, molte delle quali faticano ancora oggi a rialzarsi.

Bonus mobilità
Bonus mobilità

Fortunatamente di fronte a questa situazione il governo non è sempre rimasto a guardare, nonostante molti addetti ai lavori ritengano che le misure adottate siano ancora insufficienti. Nasce proprio con questo obiettivo il Bonus Mobilità, disponibile dallo scorso 13 aprile per l’acquisto di biciclette e monopattini, oltre che per i servizi di car sharing e abbonamenti ai mezzi pubblici.

Bonus mobilità per biciclette e e monopattini ma non solo

Uno degli obiettivi del Bonus Mobilità è quello di spingere gli italiani ad acquistare mezzi che possano essere pratici, ma soprattutto sostenibili per i propri spostamenti quotidiani. E biciclette elettriche e monopattini rientrano appieno in questa categoria. Ora che il provvedimento è stato rinnovato saranno però in pochi a beneficiarne.

Come indicato nel testo della norma, infatti, potranno ricevere fino a un massimo di 750 euro le persone che hanno effettuato la spesa entro il 31 dicembre 2020. Il veicolo può essere anche usato e con  emissioni di CO2 comprese tra 0 e 110 g/km. È però necessario allo stesso tempo avere rottamato un veicolo di categoria M1.

Non è però finita qui. Anche chi è abituato a spostarsi con cadenza quasi quotidiana per motivi di lavoro o di studio con i mezzi pubblci può averne diritto. L’Agenzia delle Entrate lo riconosce anche “alle persone fisiche che, dal 1° agosto 2020 al 31 dicembre 2020, hanno sostenuto spese per l’acquisto di monopattini elettrici, biciclette elettriche o muscolari, abbonamenti al trasporto pubblico, servizi di mobilità elettrica in condivisione o sostenibile”.

Foto | PIxabay

La richiesta può essere presentata fino al 13 maggio compilando l’apposito form sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Il governo ha messo a disposizione per questo scopo 5 milioni di euro per il 2022. Le domande saranno quindi accettate fino a esaurimento dei fondi.