Se trovi “traffico” in autostrada puoi farti rimborsare per il disagio | In pochi conoscono questa possibilità

Trovi traffico in autostrada e ti pare uno spreco di soldi, oltre che una situazione a dir poco fastidiosa? Puoi essere rimborsato. Ecco come fare.

Forse non tutti lo sanno, ma a partire dal mese di marzo del 2021 migliaia di italiani hanno potuto ottenere un rimborso automatico del pedaggio autostradale, in caso avvenissero dei ritardi dovuti ad incidenti. Tutto questo, senza che queste persone si muovessero da casa propria per ricevere il risarcimento.

Autostrada (Web source) 8 aprile 2022 quattromania.it
Autostrada, automobilisti risarciti: ecco come (Web source)

Un obiettivo reso realtà grazie ad un innovativo servizio, che altro non è che frutto della collaborazione tra Telepass e Generali Italia. Davide Cervellin, CEO di Infoblu e Chief Insurance & Data Officer di Telepass, ne ha parlato con estremo orgoglio dicendo che da ben trentuno anni Telepass tenta sempre di togliere qualsiasi problematica di troppo ai suoi clienti. E proprio per questo, il rimborso automatico è perfettamente allineato con gli obiettivi dell’azienda.

Rimborso pedaggio autostradale: l’iniziativa

Il manager ha continuato specificando che sono già stati erogati oltre 15.000 rimborsi. Si tratta di un numero significativo, soprattutto se teniamo conto dei mesi interi che hanno visto il lockdown padrone assoluto. Quest’ultimo, ha sicuramente influito in negativo sulla circolazione nelle autostrade di tutta Italia.

In totale, grazie a questo servizio, sono circa 300.000 le persone che hanno diritto ad essere rimborsate – condizionate da un ritardo evidente – perché imbottigliate nel traffico. Il risarcimento scatta in automatico, grazie alla gestione ed allo scambio di dati tra aziende ed enti. Un’iniziativa, quella di Telepass, che rende possibile l’applicazione di cashback ed è totalmente guidata dai dati. L’obiettivo è quello di offrire ai clienti un’esperienza semplice e conveniente, anche a favore di una mobilità più sostenibile.

RIMBORSI: COME FUNZIONA IL SISTEMA PRO-CLIENTI

Innanzitutto, in caso di gravi rallentamenti dovuti ad incidenti, tutti i clienti abilitati al servizio Telepass e che hanno già acquistato il pacchetto assistenza stradale europea, possono ricevere un rimborso pari al 50% del valore del pedaggio, con riaccredito automatico sul conto Telepass.

Telepass (Web source) 8 aprile 2022 quattromania.it
Telepass, l’incredibile risarcimento per i suoi clienti (Web source)

Ciò è permesso dalla elaborazione dei dati di transito del veicolo ed all’analisi di tutti gli eventi presenti sulla tratta autostradale – il rimborso è visibile sull’app dell’azienda. Le condizioni perché scatti il rimborso sono essenzialmente due; se in una tratta inferiore ai trecento chilometri l’utente ha impiegato più del 50% del tempo previsto in media su quella strada o se in un percorso di oltre 300 km il tempo impiegato è stato superiore al 35% del percorso medio.

La collaborazione con Generali Italia è fondamentale, perché è proprio quest’ultima che riceve le informazioni – anche se a sua volta deve ricevere sostegno da Infoblu, società in grado di fornire transiti eseguiti dai veicoli nella stessa tratta e periodo di tempo. Per la verifica relativa all’incidente, Telepass interagisce con le centrali operative delle concessionarie. Il credito dovuto al ritardo viene inserito da Telepass come errore nella fatturazione, che avviene ogni tre mesi.