Multa al semaforo rosso: trovato il modo legale per non pagarla | Fate attenzione a questo dettaglio

Si chiama sensore T-Red ed è il più temuto dagli automobilisti. Purtroppo, non sempre funziona come si deve e gli automobilisti più furbi hanno già capito come si fa per aggirare questo sistema.

Tutti noi abbiamo notato che i semafori nelle città italiane non sono più da anni dei semplici “pali” con luci colorate che indicano chi può passare e chi no. Le misure di sicurezza agli attraversamenti pedonali e agli incroci sono via via divenute più severe con telecamere, sensori acustici per i non vedenti che attraversano la strada e perfino schermi con il conto alla rovescia che indica quanto dura il giallo.

fp
(Freepik)

Queste misure di sicurezza nascono con l’intento di proteggere pedoni ed automobilisti ma anche – in certi casi – per sanzionare chi non rispetta le luci dei semafori e passa con il rosso. Prendiamo ad esempio il sensore T-Red, uno dei più diffusi negli attraversamenti regolati da un semaforo.

Il sensore in questione è formato da una serie di telecamere poste sulle varie carreggiate che “vedono” sia a colori che ad infrarossi, garantendo un controllo eccellente della situazione. Se un’auto o un pedone decidono di passare con il rosso, vengono subito individuati. Non sempre. Questo perchè anche la migliore tecnologia del mondo ha il suo Tallone d’Achille e questa non fa eccezione.

Poche semplici precauzioni

Il T-Red scatta 60 foto nel periodo in cui il semaforo da esso controllato è rosso: chi passa in questo periodo rischia una multa fino a 173 Euro. Il rischio è di beccarla anche essendosi fermati però perchè il Codice della Strada prevede che tutte le auto che superino la linea dello stop con il rosso vengano sanzionate.

Traffico
Un semaforo in attività (IStock)

Il problema del T-Red è che se il semaforo è lampeggiante – ovvero non funzionante – i sensori cessano completamente di funzionare, permettendo agli automobilisti di fare il bello e il cattivo tempo all’incrocio interessato. Una cosa banale ma che pochi non sanno. Ma per evitare la multa, c’è chi ha trovato una scappatoia legale non da poco.

Ti potrebbe interessare anche -> Quando il comune deve fare cassa | Le multe più assurde di sempre 

Parecchi automobilisti sono riusciti a contestare con successo una multa scattata dopo la segnalazione di questo sensore perchè il T-Red non era stato opportunamente segnalato con un cartello stradale. Se prendete una multa e qualcosa non vi torna insomma, provate a ricordare: non c’era segnaletica verticale? Forse potete ancora spuntarla.