Top Gear, l’annuncio tristissimo sconvolgenti gli spettatori: “..non lo vedremo più per colpa del Covid!”

Anche il programma Top Gear, praticamente un vangelo per gli appassionati di automobilismo britannici e non, ha pagato un pesante tributo al Coronavirus. Ecco cosa è successo.

Con il loro tipico humor inglese e le loro pazze avventure raccolte nel programma Top Gear, che in Italia è anche corredato da una rivista mensile ufficiale, James May, Jeremy Clarkson e Richard Hammond, specialisti del volante e conduttori del programma, hanno divertito ed appassionato milioni di automobilisti e semplici fans.

Top Gear Fandom
Il trio al completo (Top Gear Fandom)

Dopo il divorzio dalla BBC, il trio ha deciso di prendere una strada diversa. Nel 2016, la fondazione del sito Drive Tribe, divenuto il nuovo punto di ritrovo virtuale per gli appassionati della trasmissione che hanno potuto continuare a seguire le avventure dei tre conduttori, sempre impegnati in sfide assurde con auto originali ed uniche.

Ma proprio nelle ultime ore, un annuncio davvero triste ha gelato gli appassionati. Proprio sul sito, è apparso un comunicato ufficiale che spiega come il Coronavirus che da anni sta condizionando la vita di tutti nel mondo abbia spezzato pure i sogni dei tre ragazzi di Top Gear.

L’avventura si ferma qui

Proprio l’ultima creazione di May, Hammond e Clarkson ha finito per fare le spese della crisi economica che da anni sta levando il lavoro a milioni di persone nel mondo, tutto per colpa del Covid. Il sito Drive Tribe con cui i tre si sono divertiti a diffondere la loro passione negli ultimi cinque anni chiuderà per non riaprire mai più.

Amazon Prime
Lo staff di Top Gear durante la 20esima stagione (Amazon Prime)

Ti potrebbe interessare anche -> Cina, brutte notizie: ecco cosa faranno per il Coronavirus 

Ti potrebbe interessare anche -> Il meccanico cambia grazie al Covid | Visite a domicilio in arrivo

A dare l’annuncio, Jeremy Clarkson che ha scritto: “Siamo molto delusi ma dobbiamo annunciare che la situazione attuale, ostacolata dalla pandemia in corso, ci ha reso impossibile continuare a gestire il business nella forma attuale”. Meno giri di parole da parte di James May che scrive: “La pandemia ha preso a calci nelle pa…e tutti i business”. Come dargli torto?

Una fioca luce di speranza però arriva dal terzo membro dello staff di Top Gear, Richard Hammond che invita i fans a seguire altrove i contenuti portati dai tre: “Venite ad unirvi ai volti di Drive Tribe sui social. Continueremo a portarvi contenuti su questo canale”, le parole dell’ex conduttore.

Ti potrebbe interessare anche -> Distrugge le auto e viene denunciato ma era un programma TV

Il Coronavirus è costato tante vite ed ha portato via a molte persone denaro, tempo e pure attività come quella di May, Hammond e Clarkson che hanno fatto della loro passione un lavoro. Quando finirà questa situazione?