Elon Musk dice no alla “discriminazione”, l’ultima mossa di Tesla è geniale | Cosa si cela dietro al gesto “storico”

Rivoluzione in casa Tesla, dalle parole ai fatti. La rivoluzione di Elon Musk è incredibile e storica in un certo senso. Ci sono le auto elettriche e poi c’è Tesla, e in particolare i supercharger che in seguito a una mossa strategica cambiano volto.

Tesla ha deciso di rivoluzionare per sempre i suoi supercharger. Stiamo parlando delle stazioni di ricarica per le auto elettriche della compagnia di Musk, di cui diverse sono state installate pure nel nostro paese.

supercharger
Ford Mach-E in carica presso supercharger di Tesla (twitter)

Ecco, in Olanda, arriva la sperimentazione storica per la quale le stazioni sono aperte pure a macchine della concorrenza. Sono 10 i supercharger dei Paesi Bassi interessati da questa rivoluzione, e per utilizzare le postazioni i clienti dovranno scaricare l’app di Tesla e seguire tutte le indicazioni.

In pratica, se da un lato l’azienda americana motiva questa scelta dicendo di voler incentivare l’acquisto e l’uso delle auto elettriche, dall’altro ci tiene a prendere nuove informazioni anche da chi non è suo cliente, e ciò lo fa proprio tramite il download della propria app.

Potrebbe interessarti >>> Il “brutalismo” dell’automotive: ecco da dove nasce il Tesla Cybertruck di Elon Musk

Tesla supercharger: arriva l’accelerata

La questione supercharger per Tesla è ancora più importante visto che negli ultimi mesi si è assistito a un calo di congestione sulla rete elettrica. Ciò, in base pure ai buoni risultati dell’ultimo trimestre finanziario, dà un’accelerata nuova alla proliferazione delle nuove stazioni di ricarica.

tesla norvegia
Tesla Supercharger in Norvegia (Getty Images)

Potrebbe interessarti >>> Elon Musk, l’incredibile record: vende 100mila Tesla in un giorno | Le quotazioni salgono alle stelle

Esse, infatti, secondo le previsioni di Musk e soci dovrebbero raddoppiare in numero nei prossimi 18 mesi, per poi addirittura triplicare nel giro di 2 anni. Insomma, certamente Tesla sta pensando ancora più in grande di quanto non abbia già fatto precedentemente.

Nelle ultime settimane, poi, la casa americana ha aperto ben 450 nuovi supercharger in Europa, anche se nessuno in Italia. Tuttavia, è chiaro come il nostro paese sia uno dei primissimi ad usare macchine elettriche Tesla e quindi a richiedere nuove stazioni di ricarica.