Fiat uno: Stellantis valuta il ritorno della Turbo più famosa d’Italia

I prossimi anni saranno decisivi per Stellantis e tutti i suoi marchi, Fiat in primis. Ecco un possibile e storico ritorno.

I prossimi anni saranno decisivi per Stellantis, e per tutti i marchi di proprietà di questo gruppo dell’automotive. L’elettrico, chiaramente, sarà il focus principale ma anche ritorni sotto forma di novità sono il futuro.

auto turbo anni 80
Fiat Uno turbo prima serie (Flickr)

Fiat è una delle aziende che punta al passato per restare al top delle vendite in Italia e non solo, per questo già un anno fa si paventò l’idea di far ritornare la mitica Fiat Uno Turbo. Stiamo parlando di una delle macchine più famose e vendute della casa torinese.

Prodotta dal 1985 al 1995, fino alla metà dello scorso decennio non era così inusuale vederne passare qualcuna per strada. Inoltre, il ritorno possibile della Fiat Uno Turbo andrebbe a rilanciare pure il marchio Abarth, con una versione sempre turbo pronta a invadere il mercato di nicchia.

Potrebbe interessarti >>> Fiat Multipla: da auto orrenda a oggetto di culto | Ecco perché conviene acquistarla ora

Fiat Uno Turbo, caratteristiche

Come detto, Fiat Uno Turbo è una delle auto storiche e mitiche e fa parte dell’immaginario collettivo di tutti noi. Prodotta a partire dalla metà degli anni 80, ne sono state fatte ben due serie, più degli allestimenti speciali.

fiat uno
Fiat Uno Turbo (it.wikipedia.org)

Potrebbe interessarti >>> Fiat Duna, l’auto più brutta della storia potrebbe tornare in incognito – Foto

Ciò in cui l’automobile spiccava erano sia le prestazioni, ma anche la contenutezza dei consumi. Inoltre, grazie all’uso del turbo, l’impianto frenante era diventato più potente. A livello di esterni, la prima serie e la seconda non differiscono enormemente, quello che cambia invece è sempre inerente al motore.

La Fiat, infatti, per seguire le direttive europee inizia a modificare in modo ecologico la propria Uno Turbo, oltre che per mantenerne il successo. A livello di interni, ancora, l’abitacolo fu reso più moderno e permise di aumentare la praticità per guidatore e passeggeri.