La Ferrari 488 Pista Spider si ribalta: tutta colpa della “coda del drago” – Foto

Un evento chiamato “Tail of the dragon” dovresti saperlo come va a finire. A rimetterci stavolta è una Ferrari 488 Pista Spider.

Negli Stati Uniti si tengono vari eventi motoristici legati alle numerose strade di cui è dotato il paese. Tuttavia, l’evento “Tail of the dragon” (letteralmente la coda del drago) stavolta è finito con un brutto incidente che ha coinvolto una Ferrari 488 Pista Spider e il suo proprietario.

Secondo i testimoni, la macchina ha urtato un dosso ma lo ha fatto ad alta velocità, e così facendo il conducente ha perso il controllo del mezzo. Da qui, poi, è stata colpita della terra e la rossa si è ribaltata, causando vari danni.

Il guidatore fortunatamente sta bene, ma la Ferrari 488 Pista Spider riporta: paraurti rotto, parabrezza distrutto, montanti distrutti, sottoscocca parecchio incidentato. Insomma, il proprietario dell’auto dovrà sborsare bei dollari per rimetterla in sesto.

Potrebbe interessarti >>> Quando alla Ferrari è “scappata” la Formula 1 da strada | Un esemplare per pochi

Ferrari 488 Pista Spider, caratteristiche

Questo incidente avuto nell’evento statunitense Tail of the dragon, ci permette di fare luce sulla bellissima Ferrari 488. L’auto in questione, come suddetto, è la versione Pista Spider che non ha la capotte e possiede più potenza.

ferrari 488
Ferrari 488 Pista Spider (ferrari.com)

Potrebbe interessarti >>> Ferrari 328 Conciso: la Rossa da favola senza sportelli | Ecco perché non fu presa in considerazione

Difatti, rispetto alla 488 GTB, la Pista Spider ha un motore V8 più potente che arriva a scaricare sull’asfalto ben 720 cavalli, diversi in più. Inoltre, è stato fatto un lavoro per trovare ulteriore efficienza aerodinamica, incrementandola addirittura del 20%.

In questa direzione è andato pure l’alleggerimento del peso della Ferrari in questione, che ha permesso un ottimo riscontro dal punto di vista del rapporto peso-potenza. Infine, la 488 Pista Spider ha un design decisamente accattivante, che la rendono una delle più belle automobili sfornate a Maranello di sempre.