MotoGP, Quartararo verso il mondiale: il futuro però è incerto | Le ipotesi

La stagione della MotoGP 2021 si avvicina alla fine. Quartararo è pronto a laurearsi campione del mondo, ma il futuro è aperto.

La stagione della MotoGP 2021 si avvicina alla fine. Un campionato mondiale che sin dall’inizio ha preso la strada di Fabio Quartararo e della Yamaha, che hanno fatto incetta di vittorie all’inizio, e hanno amministrato nella seconda parte, soprattutto negli ultimi due mesi.

quartararo misano
Fabio Quartararo (Getty Images)

Il francese nella prossima gara di Misano avrà già il primo match point che potrà farlo laureare campione del mondo per la prima volta in carriera della MotoGP. Tuttavia, il suo futuro nel mondiale è ancora aperto.

Il suo contratto con Yamaha, infatti, scade nel 2022 e Quartararo dovrà decidere il da farsi contando solo sull’esperienza delle prime 4-5 gare del mondiale del prossimo anno. Difatti, il tempo per fare scelte sul mercato nel motomondiale è abbastanza risicato.

Potrebbe interessarti >>> Fabio Quartararo come Valentino Rossi: l’indizio lanciato su Instagram

Quartararo, il 2023 è un dubbio

Quartararo sa di essere il prezzo più pregiato del mercato per il 2023, ma sa anche che Yamaha sta facendo le cose per bene. Una buona moto come quella di quest’anno, potrebbe portarlo a farlo subito decidere per il si riguardo un nuovo contratto.

quartararo contratto
Fabio Quartararo (Getty Images)

Potrebbe interessarti >>> MotoGP: arriva per Misano la notizia che tutti aspettavano | Ecco cosa hanno deciso

A quanto pare, però, almeno da quanto riferito nelle ultime interviste dal suo agente, il francese si prenderà tutto il tempo per decidere cosa fare. Infatti, il mercato della classe regina degli ultimi anni è stato sempre deciso troppo in anticipo, e ciò ha ritardato lo sviluppo di alcuni piloti, su tutti Morbidelli.

Certo è, però, che quella di Quartararo potrebbe pure essere una strategia per far alzare l’offerta a Yamaha. Infatti, è quasi sicuro che la casa di Iwata preparerà un contratto dopo la vittoria del mondiale, così da blindare l’ormai quasi campione del mondo.