Grande attesa per il ritorno della Fiat Ritmo. Ecco come potrebbe essere- FOTO

Ricordate la Fiat Ritmo? Bene, nei progetti del gruppo Fiat ci sarebbe anche la resurrezione di questo storico modello. 

Ritmo deviant
Ritmo roadster? Perchè no? (Deviant Art)

Il gruppo Fiat ha presentato negli ultimi cinque anni tanti progetti interessanti.

Alcuni prototipi sono costruiti ex novo da idee innovative. Altri – come quello di cui parliamo oggi – sono rievocazioni di modelli storici del marchio torinese.

Ad esempio, è difficile per tanti proprietari affezionati dimenticarsi della Fiat Ritmo, un’utilitaria che ha segnato molto l’automobilismo italiano a cavallo tra gli anni 70 ed 80.

L’auto venne introdotta nel 1978 per restare in produzione dieci anni, fino all’arrivo della Fiat Tipo che sostituì la Ritmo nel cosiddetto segmento C della Fiat.

Robusta e piacevole da guidare, la Ritmo vendette oltre 2 milioni di esemplari non solo nei confini nazionali ma anche all’estero: negli USA l’utilitaria arrivò con il nome di Fiat Strada.

Il modello più iconico è senz’altro quello sportivo, la Fiat Ritmo TC Abarth. In particolare, abbiamo la 130 capace di toccare i 200 chilometri orari grazie ad un peso ridotto ed un motore potenziato.

Ma andiamo a vedere come la Fiat ha reinterpretato questa fortunata vettura in chiave moderna.

Ti potrebbe interessare anche -> Ritrovata in un fienile quest’auto storica è pronta a correre ancora 

Ecco la nuova Fiat Ritmo Sport.

Fiat Ritmo
La Nuova Fiat Ritmo (QuotidianoMotori.com)

Ci troviamo davanti ad un design decisamene moderno: è questa la sensazione predominante nell’osservare il rendering della Nuova Ritmo.

Se Fiat in altre occasioni ha strizzato un’occhio alla classicità nel reinterpretare auto storiche, qui sembra proprio che il progettista abbia voluto guardare maggiormente al futuro.

Il frontale della vettura – anche grazie ai caratteristici fari rotondi – non si discosta affatto dalla Ritmo originale. Il resto della vettura però sembra decisamente prendere spunto dalla Fiat Grande Punto.

Non che sia un male: la linea dell’auto è nel complesso convincente, specie nella versione sport che vediamo qui sopra in tutto il suo splendore.

Riguardo le prestazioni poi ci sarebbe da aspettarsi grandi cose visti i progressi fatti dal preparatore Abarth negli ultimi trent’anni: immaginatevi una Fiat Ritmo Abarth basata su questa concept car.

Perchè si, anche quest’auto purtroppo è soltanto un prototipo realizzato digitalmente. Chissà se un giorno Fiat riterrà opportuno metterlo in produzione di massa.

Sicuramente, sarebbe un’ottima notizia per tanti appassionati del marchio.

Ti potrebbe interessare anche -> Fiat Tipo in promozione fino al 31 agosto