Peugeot 205 1.9 GTi: giocattolo per “ragazzi” degli anni 90

La Peugeot 205 1.9 GTi era molto divertente, soprattutto per i più giovani. Scopriamo perché

Peugeot 205 1.9 GTi (AutoScout)
Peugeot 205 1.9 GTi (AutoScout)

La Peugeot 205 era un’autovettura di segmento B e di media cilindrata, prodotta tra il 1983 ed il 1999 dalla casa automobilistica francese Peugeot. Un vero mito degli anni ’80. Soprattutto in una sua variante sportiva, la 1.9 GTi.

La Peugeot 205

Peugeot 205 1.9 GTi (Wikipedia)
Peugeot 205 1.9 GTi (Wikipedia)

Best seller per una decina d’anni, ebbe un successo senza precedenti nella storia della Peugeot con oltre cinque milioni di esemplari venduti. Un boom di vendite che premiò lo sforzo. Alla Peugeot 205, infatti, si pensava già dal 1977, come sostituta della Peugeot 104.

La vettura doveva inizialmente chiamarsi 105. Proprio per sottolineare la continuità con la sua antenata. Nel gennaio del 1983, invece, debuttò con il nome di 205. E, prima ancora del boom di vendite, fu una acclamazione della critica. La stampa, infatti, elogiava l’agilità della vettura. Che, però, era anche maneggevole e compatta.

La commercializzazione fu avviata il 24 febbraio dello stesso anno, ma il debutto in Italia avvenne solo nel novembre del 1983, quasi un anno dopo la presentazione ufficiale.

La Peugeot 205 1.9 GTi

Numerose le varianti della Peugeot 205. Concentriamoci sulla 1.9 GTi. Viene presentata al Salone di Parigi nel 1986. Poco prima, peraltro, era stata proposta la 1.6. La La Peugeot 205 1.9 GTi montava un motore XU9 da 1905 cm³ e 130 CV. Entrambe le versioni GTI, da 1.6 e 1.9 litri, si riveleranno un gran successo, specie presso il pubblico più giovane, che ne apprezzò lo scatto, il gran temperamento sportivo ed i ragionevoli costi di esercizio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Le piccole Turbo degli anni ’80: la Peugeot 205 Turbo 16 integrale è la più mitologica – Foto

Quattro cilindri in linea, trazione anteriore, cambio manuale a cinque marce. La Peugeot 205 1.9 GTi era molto divertente, soprattutto per i più giovani, perché vantava una accelerazione da 0 a 100 chilometri orari in 7 secondi e 8 centesimi. E poteva toccare i 206 chilometri orari.