Tesla: i clienti possono dormire sonni tranquilli (o quasi) – VIDEO

La funzione è installata su tutte le nuove Tesla. Ma, come è noto, non esiste Paese al mondo che consenta la guida automatica.

Tesla Autopilot
Auto Tesla (fonte foto Getty Images)

Sta facendo il giro del web il video caricato su YouTube da Code Blue, che mostra come negli Stati Uniti un uomo sia stato fermato dalla polizia, perché rimasto con l’auto in marcia per tre chilometri. Dormendo.

L’autopilot

Autopilot Tesla
Interni di una Tesla (fonte foto Getty Images)

Non è la prima volta che il pilota automatico di Tesla balza agli onori delle cronache in maniera negativa. Sempre più spesso, purtroppo, gli automobilisti delle Tesla usufruiscono in maniera impropria della funzione “Autopilot”, presente su tutte le vetture della casa automobilistica di Palo Alto.

Come è noto, non esiste Paese al mondo che consenta la guida automatica. E, dopo le tante polemiche delle ultime settimane, più volte Tesla ha esortato a non utilizzare in maniera pericolosa e per lunghi tratti la funzione Autopilot.

Tutte le nuove vetture Tesla presentano di serie un hardware avanzato in grado di offrire sin da ora le funzioni Autopilot e di consentire in futuro una guida completamente autonoma tramite aggiornamenti software progettati per migliorarne la funzionalità nel tempo. Nell’idea del CEO Elon Musk, l’Autopilot avrebbe dovuto assistere il conducente in alcune manovre o aiutarlo a mantenere distanza di sicurezza e corsia. Per rimediare a eventuali colpi di sonno. Non di certo favorirli.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Altro muro, altra Tesla distrutta: stavolta non è colpa dell’ AutoPilot. Video Virale

Il video

E, invece, sempre più spesso gli automobilisti commettono delle infrazioni gravissime, che appaiono più che altro follie o atti demenziali. Anche il video pubblicato da Code Blue fa sorridere solo perché, fortunatamente, non vi sono state conseguenze.

Il video caricato su YouTube dura venti minuti. Ma è l’avvio della registrazione la parte più interessante. Essendo avvenuto negli Stati Uniti, i conversanti ovviamente dialogano in inglese. La polizia, dopo aver fermato una autovettura, inizia a torchiare l’automobilista.

Gli agenti chiedono all’uomo come si sentisse. La polizia sostiene di aver seguito l’auto per circa tre chilometri (due miglia, viene detto nel video) e di aver notato l’uomo con gli occhi chiusi. L’uomo, incalzato dalle accuse degli agenti, non può che ammettere candidamente: “Ero stanco”.

Impostazioni privacy