Grossi guai con la legge per un calciatore di serie A | Ecco chi è

Il calciatore della Fiorentina Aleksandr Kokorin è stato fermato in Russia mentre era nella sua Lamborghini senza targa: questa, però, non era l’unica contravvenzione alle regole. 

Aleksandr Kokorin (Getty Images)
Aleksandr Kokorin (Getty Images)

Aleksandr Kokorin, attaccante della Fiorentina arrivato in Italia lo scorso gennaio, non è mai stato un calciatore “tranquillo”. Anzi, nella sua vita sono stati tanti i momenti sopra le righe che lo hanno portato ad essere etichettato come “Bad Boy”. Andando a ritroso negli anni sono tanti gli episodi esagerati ed eccessivi del calciatore russo. Nel 2016, pochi giorni prima dell’eliminazione dall’Europeo della Russia, lui e il suo Mamaev si divertirono e non poco in discoteca; serata di cui poi saltarono fuori foto con alcol, spogliarelliste e di una rissa con un autista.

Nel 2017, durante il matrimonio dell’amico Alan Chochiev, pubblicò su Instagram alcune stories in cui per festeggiare sparava dei colpi di pistola in aria. Azione che suscitò l’ira dei tifosi russi e dello Zenit St. Pietroburgo, squadra in cui militava in quegli anni. Ma è nel 2018 che arriva il momento più buio della vita di Kokorin. Col sempre presente amico e collega Mamaev, il calciatore della Fiorentina si rese protagonista di un’aggressione in un bar a quello che poi si scoprì essere un funzionario statale. Un anno di carcere e nessuno sconto da parte dei russi. E adesso il russo ne avrebbe combinata un’altra delle sue.

Potrebbe interessarti >>> Altro che Tesla, Tonino Lamborghini faceva già auto elettriche negli anni ’90

Sequestrata la Lamborghini di Kokorin: i motivi

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Kokorink9 (@kokorin9)


Nei giorni scorsi, come riportato da Itasportpress, Kokorin è stato fermato dalla polizia stradale, messa sull’attenti dalla mancanza di targa sulla Lamborghini del calciatore, a Mosca. Dopo aver perquisito l’auto di lusso, gli agenti avrebbero trovato all’interno del bagagliaio ben sei targhe. Alla guida della quattro ruote della casa di Sant’Agata Bolognese, non ci sarebbe stato il giocatore della Fiorentina ma un altro uomo, identificato dal russo come il suo autista. In seguito è emerso poi che la Lamborghini fosse intestata alla madre di Kokorin per evitare multe salate e che non fosse coperta da assicurazione.

Potrebbe interessarti >>> Lamborghini 63: la supercar che sfreccia anche sull’acqua | FOTO