Alfa Romeo AR6 e Fiat Ducato: gemelli diversi | Stellantis ci riprova

Lo storico Alfa Romeo AR6 derivava dalla prima generazione del Fiat Ducato e, tra l’altro, fu l’unico “gemello” ad essere commercializzato sul mercato italiano.

Alfa Romeo AR 6 Nikita
Il modello del designer Aksyonov Nikita (behance.net)

Da sempre è considerato il “gemello” del Fiat Ducato. L’Alfa Romeo AR6 è il veicolo commerciale del Biscione, pensato come l’alternativa ai ‘premium van’ Mercedes-Benz Classe V e Volkswagen Multivan.

Gemelli diversi

Alfa Romeo AR 6
Alfa Romeo AR 6 (Wikipedia)

Lo storico Alfa Romeo AR6 derivava dalla prima generazione del Fiat Ducato e, tra l’altro, fu l’unico “gemello” in commercio sul mercato italiano. Il Fiat Ducato è un veicolo commerciale leggero prodotto dal 1981 dalla Fiat. Tale produzione è gestita da una società mista denominata Sevel (Società Europea Veicoli Leggeri) partecipata al 50% da Fiat e PSA. La presentazione e commercializzazione del Ducato avvenne nel 1981 in sostituzione del Fiat 242. Nel 2014, peraltro, arrivò anche la quarta generazione.

Infatti, il Fiat Ducato è disponibile con il propulsore diesel 2.0 MultiJet da 115 CV di potenza e 290 Nm di coppia massima, oppure con l’unità a gasolio 2.3 MultiJet in tre declinazioni: da 130 CV di potenza e 320 Nm di coppia massima. Poi da 150 CV di potenza e 380 Nm di coppia massima. E, infine, da 180 CV di potenza e 400 Nm di coppia massima.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Nuova Alfa Romeo Giulia Sportwagon: un sogno possibile

Immaginando un Alfa Romeo AR6

Alfa Romeo AR 6 Nikita 2
Il modello Aksyonov Nikita (behance.net)

Le varie generazioni in produzione anche con gli altri marchi del gruppo Fiat-Chrysler e PSA. E in passato si è pensato anche a una nuova evoluzione dell’Alfa Romeo AR6. Con tutte le variabili del motore 2.2 Turbo Diesel a quattro cilindri, da 136 CV, 150 CV, 180 CV e 210 CV di potenza.

In passato, il designer russo Aksyonov Nikita ha realizzato una ricostruzione grafica dell’Alfa Romeo AR6, che vi proponiamo a corredo di quest’articolo.

Un top di gamma che qualcuno immaginava nella versione sportiva Quadrifoglio, con il motore a benzina 2.9 V6 BiTurbo da 510 CV di potenza e 600 Nm di coppia massima. Caratteristiche simili a quelle con cui è proposto il Fiat Ducato, con il propulsore a benzina 3.6 V6 Pentastar aspirato. Disponibile, però, solo per gli Stati Uniti d’America, dove è distribuito come Ram ProMaster.