La Ferrari che “non esiste” ma costa come 200 auto messe insieme – FOTO

Si tratta di una Ferrari, e, l’impressione è che chi riuscirà ad accaparrarsela farà un affare, visto il prezzo “interessante”.

Ferrari J50 2
Il posteriore della Ferrari in vendita in Giappone (Concessionario Ferrari Toyo)

Prezzo: 3 milioni di euro. Neanche tanto potrebbe dire qualcuno. D’altra parte, la Ferrari J50 è un gioiello che potrebbe valere anche di più. Anche perché si tratta di un pezzo molto raro. Pensiamo che con questa cifra, listino alla mano e senza incentivi si possono comprare ben 200 autovetture Fiat 500 nuove.

In vendita in Giappone

Ferrari J50 3
La Ferrari in vendita in Giappone (da Concessionario Ferrari Tokyo)

E’, infatti, uno dei dieci modelli esistenti al mondo. Una concessionaria Ferrari di base a Tokyo, nel quartiere Minato City, l’ha messa in vendita. E c’è già chi giura che non rimarrà disponibile per troppo tempo. Anche perché, oltre alla qualità intrinseca della Ferrari, vi sono anche alcuni vantaggi interessanti.

La Ferrari J50 è infatti in vendita comprensiva di un servizio di manutenzione fino al 2026. Fu realizzata nel 2016 per celebrare i 50 anni di presenza sul mercato giapponese della casa automobilistica di Maranello. La base di partenza è la 488 Spider.

Parliamo comunque di un pezzo abbastanza “nuovo”, avendo percorso meno di 700 chilometri. E, allora, il prezzo richiesto dalla concessionaria forse non è davvero troppo “alto”. 398 milioni di Yen, che equivalgono a circa 3 milioni di euro. Prezzo quasi stracciato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Ferrari SF90 Spider, eleganza e potenza: che corsa in Svezia (video)

Pezzo da collezione

Ferrari J50 4
Gli interni della Ferrari in vendita in Giappone (Concessionario Ferrari Tokyo)

L’impressione è che chi riuscirà ad accaparrarsela farà un affare. La Ferrari J50 ha infatti diversi tratti caratteristici differenti rispetto alla 488 Spider, cui è ispirata. Ha, tanto per cominciare, l’aerodinamicità tipica del Cavallino Rampante. E anche i dettagli, sono più curati e rifiniti. Basta dare un’occhiata al paraurti o alle minigonne laterali. I fari Full LED davanti sono più esili rispetto a quelli della 488 Spider. Anche il posteriore appare migliorato per farle tagliare meglio il vento.

La fibra di carbonio, materiale assai presente sulla vettura, la rende ancor più leggera e maneggevole. Fibra di carbonio che troviamo anche negli interni, a cominciare dalla plancia. Ultimo, ma non ultimo, il motore. La Ferrari J50 monta un 3.9 V8 biturbo elaborato rispetto a quello installato sulla 488 Spider. Un’auto ancor più potente, grazie a 20 CV in più aggiunti rispetto all’originale di partenza. In tutto sono quindi 690 CV.

I due radiatori sono stati riposizionati più in basso e più vicini tra loro. Certo, non è rossa, come imporrebbe il brand Ferrari. Ma è comunque una supercar.