Fiat Panda 100HP: investimento sicuro | Perché comprarla adesso

L’amore per le auto non è solo passione nel guidare o possedere un veicolo, ma a volte si trasforma in un vero e proprio business che può regalare ottimi guadagni. L’importante è capire quando è il momento di comprare e quando, quello di rivendere. Oggi vi spieghiamo perché acquistare una Fiat Panda 100 HP.

Fiat Panda 100 HP
Fiat Panda 100 HP (Flickr)

Quante volte vi sarà capitato di esclamare: ah se non avessi venduto quell’auto oggi sarei ricco? Personalmente tantissime, spesso si hanno tra le mani vere e proprie “opere d’arte” destinate a raggiungere quotazioni stellari, ma la voglia o la necessità di cambiare modello ci fa scegliere il momento sbagliato per rivenderle. In realtà non è il momento sbagliato, ma semplicemente una scelta. Moltissime auto, per tanti anni mantengono un valore commerciale di mercato, poi ad un certo punto della loro vita, i prezzi crollano e “commercialmente” diventano “rottami” di cui disfarsi, questa teoria però non vale per altre vetture, specialmente quelle italiane e sportive.

Esempi di queste rivalutazioni sono lampanti e ne citeremo solo alcuni: Lancia Delta HF Turbo o Integrale, Fiat Uno Turbo, Alfa Romeo 75, Fiat Coupè 2.0 Turbo 20V e la lista potrebbe continuare con le straniere. Tutte queste auto, più o meno costose quando sono arrivate sul mercato, nel corso degli anni hanno subito un calo fisiologico di prezzo, fino a toccare un minimo storico dopo circa un decina di anni dalla loro “scomparsa” dai listini, e, bene ha fatto chi in quel momento è stato lungimirante e le ha comprate per mettersele in garage perché ad oggi si ritrova un capitale triplicato e più, ed in continua ascesa.

Per fare queste operazioni bisogna cercare di comprendere il mercato partendo da quello che è successo in passato. Sappiamo, come anticipato, che non si tratta di una regola esatta e non tutte le automobili acquistano valore nel tempo, ma solo alcuni modelli particolari, e secondo noi oggi, ma già “ieri”, sarebbe il caso di acquistare una Fiat Panda 100 HP, che tra pochi anni potrebbe vedere la sua valutazione quantomeno duplicata.

Potrebbe interessarti>>>Il tributo alla Fiat Panda 4×4 nelle 5 versioni di Garage Italia “accende” i Social

Fiat Panda 100 HP il missile aspirato

Fiat Panda 100 HP
Fiat Panda 100 HP (Thomas doerfer, Wikimedia Commons)

La Panda 100HP nasce nel 2006, ed è la prima ed unica sportiva con questo nome. Il motore è un 1.400 cc Fire, 4 cilindri in linea che come suggerisce il nome, eroga ben 100 cavalli di potenza facendo raggiungere al Pandino i 185 km/h sfruttando anche il cambio a 6 marce. Non si era mai vista una Panda così, e non è stata più riprodotta, motivo per cui siamo quasi certi della futura rivalutazione collezionistica. All’uscita sul mercato non ottenne il successo sperato dalla dirigenza Fiat, probabilmente perché il target a cui si rivolgeva da anni l’iconica utilitaria si era concentrato su un pubblico prettamente femminile e poco corsaiolo, che adorava le doti di robustezza, confort e praticità dell’auto cittadina.

A nostro avviso sarebbe bastato poco a renderla più appetibile sul mercato, e sarebbe stato semplice, se solo si fosse aggiunto un turbo compressore al pepato motore Fire, così da renderla una degna figlia di quelle compiante storiche Y10 Turbo o Uno Turbo. Ma il passare degli anni, probabilmente, avevano “civilizzato” l’industria automobilistica italiana che nel 2006 non si è sentita di tirare fuori una “bara con le ruote” come si diceva un tempo.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Black Panda100hp (@blackpandahp)

L’estetica della Panda 100HP non venne totalmente stravolta rispetto alla linea originale, ma furono inseriti particolari che affermavano l’identità sportiva della vettura. Nuovi parafanghi avvolgenti, minigonne, via le barre sul tetto e piccolo spoiler posteriore per quanto riguarda l’esterno, oltre ovviamente ad un assetto ribassato ed i cerchi in lega da 15 pollici.

Nell’abitacolo troviamo invece dei sedili sportivi e più imbottiti, una strumentazione più completa e, soprattutto, la sostituzione del tasto CITY, con quello SPORT, che consentiva di variare non solo l’erogazione del motore ma anche la precisione dello sterzo per una guida più sportiva e sicura.

Facendo una ricerca sul web, ancora oggi la Panda 100HP è in quella fase in cui i prezzi sono abbordabili, infatti per acquistare un modello con parecchi km percorsi bastano 2.500/3.000 euro, mentre per auto più “fresche” ed originali le cifre richieste si aggirano sui 5.000 euro. La nostra previsione è che in meno di 10 anni il valore di questa super Panda salirà almeno del doppio rispetto ad oggi per toccare cifre record nel prossimo ventennio quando i modelli a disposizione saranno sempre meno in circolazione.